Conto “Amici fedeli”, Banca di Piacenza premiata a Camogli

Conto “Amici fedeli”, Banca di Piacenza premiata a Camogli. Banca di Piacenza e Comune di Castelsangiovanni sono stati premiati a San Rocco di Camogli per aver dimostrato particolare sensibilità verso gli animali domestici, in questo caso nei confronti dei cani.

Nella località ligure è da 58 anni che l’Associazione per la valorizzazione di San Rocco organizza il “Premio internazionale Fedeltà del cane”, proprio nel giorno in cui si festeggia il santo patrono dei nostri “angeli con la coda”. Oltre a Enti e Istituzioni, hanno ricevuto riconoscimenti tanti “eroi a quattro zampe” che si sono distinti in gesti di fedeltà e abnegazione, di amore e slancio, di sacrificio e altruismo. Tra i cani premiati, anche quelli dei Vigili del Fuoco che hanno partecipato alle operazioni di soccorso tra le macerie del ponte Morandi, crollato esattamente un anno fa.

Il conto “Amici fedeli”

La Banca di Piacenza è stata premiata per aver creato “Amici Fedeli”, il primo ed unico conto corrente in Italia dedicato ai possessori di animali domestici. A ritirare il riconoscimento, il vicedirettore generale dell’Istituto di credito di via Mazzini Pietro Boselli, che – nel complimentarsi con gli organizzatori per la splendida iniziativa rivolta ai nostri migliori amici e nel ringraziare per il premio ricevuto – ha spiegato le caratteristiche del conto “Amici Fedeli” (finanziamento a tasso agevolato per l’acquisto di prodotti e servizi e per il pagamento delle spese veterinarie; polizza RC “Zero pensieri” a condizioni di particolare favore; iscrizione gratuita, per il primo anno, all’Associazione di proprietari di animali domestici “Amici veri”; promozioni esclusive presso punti vendita e cliniche veterinarie convenzionate; polizza assicurativa sanitaria e legale; localizzatore Gps per cani e gatti), prodotto che sta riscuotendo grande successo tra la clientela.

Castelsangiovanni è stato gratificato perché Comune amico degli animali: prima amministrazione pubblica in Italia ad aver deliberato un regolamento per consentire ai propri dipendenti di portare il cane in ufficio e per aver istituito il Garante per i diritti degli animali. Ha ritirato il premio l’assessore al welfare Federica Ferrari.

Tante e commoventi le storie legate ai cani premiati. Come quella di Aki, che ha messo in fuga i ladri che erano entrati nella casa dei suoi padroni; o di Annie, infallibile il suo fiuto ad individuare (e far arrestare) spacciatori di droga; e poi c’erano Billy e Lea, che hanno salvato la vita ad un anziano che era caduto perdendo i sensi.

Grandi applausi per tutti e – per gli “eroi a quattro zampe” – anche qualche piccolo “premio” da leccarsi i baffi.