Coronavirus, cosa fare se…

Radio Sound
Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza.

1) Hai avuto contatti con persone che provengono dalle zone a rischio
Contattare il medico di famiglia spiegando di che tipo di contatto si tratta
Ricorda che per contatto stretto s’intende un contatto prolungato con una persona confermata o sospetta (proveniente da Cina o zona rossa) a distanza ravvicinata.

2) Presenza di febbre o sintomi respiratori

  • Se la sintomatologia è lieve contattare il proprio medico di fiducia e seguire le sue indicazioni.
  • In caso di aggravamento non recarsi al Pronto Soccorso ma chiamare il 118.

3) Sei transitato o hai sostato nei comuni a rischio  dopo il 1 febbraio 2020, cosa fare?
Le persone residenti nella provincia di Piacenza che dal 1 febbraio sono transitate o hanno sostato nei comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano , Somaglia, Terranova dei Passerini e Vò, devono contattare il Servio di Igiene pubblica dell’Azienda Usl di Piacenza inviando una mail a
comunicazione-transito@ausl.pc.it allegando il modulo, compilato in tutte le sue parti descrivendo il tipo di contatto avuto in quelle zone.

Scarica il modulo di segnalazione per transito e sosta nei comuni del Lodigiano DOC PDF

4) Come ci si protegge dal coronavirus?
Come da tutte le malattie infettive:

  • lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche un corretto lavaggio dura almeno 60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool
  • starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e poi lavarsi le mani
  • evitare il contatto ravvicinato, quando possibile, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie, come tosse e starnuti.
  • Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con mani non lavate
  • Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

5) Quando è opportuno usare la mascherina?
La mascherina serve a proteggere chi ti sta vicino se hai sintomi respiratori (tosse o starnuti): la puoi indossare soprattutto quando devi sostare a lungo in ambienti piccoli e chiusi.
Se vieni in ospedale per far visita a una persona ricoverata, ti verrà consegnata per proteggere il paziente ricoverato.

Informazioni:

 Aggiornamenti importanti AUSL Piacenza

Scarica QUI il modulo di autorizzazione ad accedere agli Stabilimenti Ospedalieri della AUSL di Piacenza

Servizio di Continuità Assistenziale

Per accedere al servizio chiamare il numero unico aziendale 0523-34.30.00. Il medico di continuità assistenziale effettua  solo visite domiciliari e fornisce consigli telefonici.

Si ricorda che il servizio di continuità assistenziale è attivo nelle ore notturne (dalle 20:00 alle 8:00) e nei giorni festivi e prefestivi (dalle 8:00 alle 20:00).


Nella settimana tra il 9 e il 15 marzo. 

cittadini possono normalmente accedere alle attività di:

– medicazioni post chirurgiche, le visite di controllo e le prestazioni post dimissione

– visite e controlli calendarizzati per le donne in stato di gravidanza, sia in ospedale, sia nei consultori

– visite ginecologiche indifferibili

– vaccinazioni in età pediatrica con chiamata diretta da parte degli operatori
– prime visite nei consultori Demenze e disturbi cognitivi e le valutazioni dell’Unità di valutazione multidisciplinare

– assistenza domiciliare integrata e le dimissioni protette

– dialisi

– distribuzione diretta dei farmaci negli ospedali e negli ambulatori dedicati specialistici

– controlli dei pazienti con anticoagulanti della vitamina K (con misurazione dell’INR)

– controlli per i pazienti insulinodipendenti

– visite e terapie oncologiche ed ematologiche, compreso day hospital e day service
– cure palliative

– vigilanza della Sanità pubblica

– donazioni di sangue

– terapie e interventi urgenti degli ambulatori di Psichiatria e dipendenze patologiche, per i quali è richiesto un contatto telefonico

– le attività urgenti della Neuropsichiatria infantile 

– gli incontri individuali della Psichiatria di inclusione sociale riprendono gradualmente


Restano sospese sull’intero territorio della Provincia:

– tutte le prestazioni programmate, chirurgiche e ambulatoriali, salvo quelle ritenute non differibili

– le attività di libera professione in ospedale e sul territorio

– le attività di screening di primo livello

– gli interventi chirurgici programmati non urgenti e rinviabili. Ognuno dei pazienti interessati sarà avvertito dai nostri uffici. Rimangono confermate le prestazioni e gli interventi considerati urgenti, e indifferibili

– le vaccinazioni per adolescenti e adulti

– i prelievi di sangue e le prestazioni diagnostiche, salvo quelli non differibili, su indicazione del medico di famiglia

– le attività degli ambulatori della cronicità nelle Case della Salute

– l’attività dell’Ufficio patenti, comprese le visite programmate e l’attività di segreteria

– le prenotazioni agli sportelli unici dell’Azienda Usl sul territorio, salvo quelle urgenti e indifferibili.