Cresce il fondo sociale per lo sport, 35 mila euro per garantire ai giovani il diritto all’attività sportiva – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

Dal 15 luglio torna, con due importanti novità, il Fondo sociale per lo sport.Il progetto, che favorisce la pratica sportiva tra i ragazzi fino ai 18 anni di età che appartengono a famiglie in difficoltà economica e con prole numerosa. L’iniziativa, avviata due anni fa da Fondazione di Piacenza e Vigevano e Banca di Piacenza, registra per questa terza edizione l’ulteriore adesione del Comune di Piacenza, consentendo così di portare a 35.000 euro il plafond a disposizione dei beneficiari.

Da quando è stato avviato, il Bando ha già supportato il diritto alla pratica sportiva di oltre centotrenta giovani tesserati di Associazioni sportive dilettantistiche attivi in diverse discipline: calcio, volley, basket, ciclismo, scherma, canottaggio, tennis e pallamano. Fino al 2 settembre, le ASD potranno partecipare all’assegnazione delle risorse segnalando particolari situazioni di fragilità. La spesa di tesseramento per gli associati varia in genere dai 300 ai 500 euro l’anno, cifra troppo alta da sostenere per i nuclei famigliari in difficoltà economica: per questo il Fondo si sostituisce alle famiglie nel pagamento delle quote.

Un’adesione sempre più ampia

“L’adesione crescente che il nostro Bando ha registrato dal suo avvio trova quest’anno una importante risposta grazie all’ingresso del Comune di Piacenza e all’aumento del plafond a disposizione, che ci consentirà di aiutare un numero ancora maggiore di giovani sportivi – sottolinea Robert Gionelli, consigliere di Amministrazione della Fondazione di Piacenza e Vigevano -. Torniamo ad affermare così il diritto inalienabile allo sport sancito anche dalla Costituzione, contribuendo per quanto ci è possibile ad attenuare gli effetti delle disuguaglianze sociali e ad aiutare i nostri ragazzi. La pratica sportiva, oltre a promuovere un sano stile di vita, valori e spirito di sacrificio, è uno straordinario strumento di contrasto alle forme di disagio giovanile».

«Per il terzo anno consecutivo Banca di Piacenza, Fondazione di Piacenza e Vigevano, e da quest’anno anche il Comune di Piacenza, operano unite per un aiuto concreto a favore delle famiglie in difficoltà per l’attuale situazione economica – è il commento del vicedirettore generale della Banca di Piacenza Pietro Boselli -. Praticare un’attività sportiva è un diritto inviolabile dei ragazzi e questa iniziativa consente di attenuare le disparità».

Il Comune è orgoglioso

«Il Comune di Piacenza – sottolinea l’assessore allo Sport Mario Dadati – è orgoglioso di annunciare la propria adesione al “Fondo sociale per lo sport”, un progetto che promuove l’accesso allo sport come strumento di crescita, di solidarietà e di inclusione sociale. Crediamo fermamente che lo sport sia un diritto fondamentale per tutti i giovani, indipendentemente dalle loro condizioni economiche, perché offre l’opportunità di crescere in un ambiente sano e di imparare valori essenziali come il rispetto, la disciplina e il lavoro di squadra”.

“Aderendo a questo progetto, la nostra Amministrazione comunale intende fare la propria parte nel dare un aiuto concreto alle famiglie che si trovano in situazioni di difficoltà economica, offrendo ai loro figli la possibilità di partecipare a diverse attività sportive senza gravare sul bilancio familiare. Desidero quindi ringraziare la Fondazione di Piacenza e Vigevano e la Banca di Piacenza per aver dato vita, due anni fa, a questa iniziativa, dimostrando grande lungimiranza, senso di responsabilità e impegno verso la nostra comunità».  

Il bando

L’avvio del Bando avverrà ufficialmente il 15 luglio. Le domande potranno essere presentate fino alle ore 18 del 2 settembre 2024.

Per formalizzare la propria candidatura, le Associazioni sportive dilettantistiche potranno utilizzare esclusivamente il Portare Richieste Online presente sul sito www.fondazionepiacenzavigevano.it, accedendo all’apposita modulistica. Le richieste potranno essere presentate da società iscritte al Coni, con sede legale e operativa in provincia di Piacenza e nel comune di Vigevano. La valutazione qualitativa e quantitativa sarà effettuata da un’apposita Commissione costituita dai tre promotori

L’assegnazione dei contributi sarà deliberata in modo condiviso dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione di Piacenza e Vigevano, dall’Assessorato allo Sport del Comune di Piacenza e dal Comitato Esecutivo della Banca di Piacenza sulla base delle valutazioni della Commissione.

Esigenze di chiarimento, domande tecniche sulla procedura di compilazione on-line e ogni altra richiesta relativa al Bando possono essere comunicate via mail a info@fondazionepiacenzavigevano.it o chiamando il numero 0523.311111.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank