Bloccate lungo un dirupo sulle rive del Trebbia, difficili le operazioni di salvataggio di due ragazze

Piacenza 24 WhatsApp

Nel pomeriggio di domenica 24 luglio, i tecnici della Stazione Monte Alfeo del Soccorso Alpino di Piacenza sono stati chiamati ad operare, insieme ai Vigili del Fuoco e alla Croce Rossa di Marsaglia, per il recupero di due giovani rimaste bloccate sul sentiero che dalla strada Statale 45 conduce al greto del fiume Trebbia. Le due ragazze, di 23 e l’altra di 24 anni, entrambi milanesi, hanno imboccato in discesa il sentiero che dalla SS45, nel comune di Corte Brugnatella, conduce al fiume Trebbia in prossimità della “Spiaggia delle Anse”.

In un punto particolarmente ripido e scosceso, già in passato teatro di interventi di recupero da parte dei soccorritori, le due sono riuscite a scendere un tratto quasi verticale di circa venti metri, impossibilitate a proseguire il cammino ed a tornare sui loro passi – anche per le calzature non idonee al tipo di terreno – le due ragazze sono state notate da un bagnante che ha attivato i soccorsi.

La centrale del 118 ha disposto l’invio di una squadra del Soccorso Alpino, dei Vigili del Fuoco e della Cri. Giunti sul posto, i soccorritori hanno messo in sicurezza le due giovani ed hanno iniziato le operazioni di recupero tramite triangolo d’evacuazione e corde. Visibilmente spaventate ma solo con qualche graffio ed escoriazione, le due giovani sono state così ricondotte sulla strada dove sono state visitate dai sanitari della Croce Rossa.

Radio Sound
blank blank