Mostra una patente rumena, ma i carabinieri lo conoscono e sanno che è ucraino: arrestato per documenti falsi

Il 20 maggio 2021, intorno alle 5:30, i carabinieri della Stazione di San Giorgio Piacentino hanno arrestato in flagranza un operaio di 43 anni per possesso e fabbricazione di documenti falsi. LI carabinieri hanno fermato l’operaio, nato in Ucraina, da qualche tempo domiciliato a San Giorgio Piacentino, lungo la provinciale che attraversa la frazione di San Polo; a bordo di un Fiat Ducato si stava recando a lavoro.

blank

Durante il controllo il 43enne ha esibito agli operanti i documenti di guida e d’identità. Sebbene, da una prima visione, non sembravano esserci anomalie sui documenti, rilasciati dalle autorità rumene, l’operaio era da tempo conosciuto ai militari operanti quale cittadino di nazionalità ucraina. Per questo lo hanno accompagnato presso la caserma di via Beverora per approfondire il controllo.

Così i militari, dopo accurate verifiche, hanno accertato che i documenti d’identità e di guida non erano “genuini” : erano stati rilasciati dalle autorità rumene e riportavano generalità diverse. Lo stesso operaio poi riferiva ai carabinieri di San Giorgio di averli pagati circa 2mila euro. Li hanno, quindi, sottoposti a sequestro. Il 43enne è finito in manette per possesso e fabbricazione di documenti falsi e si trova ora agli arresti domiciliari. Nella giornata odierna è previsto il rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Piacenza.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank