Arriva la decisione del governo, l’Emilia Romagna resta in zona arancione

L’Emilia Romagna resta in zona arancione. La decisione è dovuta all’indice Rt che si afferma a 1,16, al di sotto quindi della soglia rossa fissata a 1,25. Ci sono poi radicali differenze fra le varie province: per Bologna e Modena, le due zone maggiormente sotto pressione, è già infatti stata istituita la zona rossa, mentre Rimini, Ravenna, Cesena e Reggio Emilia sono in ‘arancione scuro. Parma e Piacenza restano invece in zona arancione.

blank

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, ha firmato le nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 8 Marzo. Passano in area arancione le Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto. La Campania passa in zona rossa da lunedì 8 marzo.

Considerato l’andamento dei contagi, in questi giorni i rappresentanti del sistema sanitario piacentino si erano espressi a favore del possibile ingresso in zona rossa. Secondo Luca Baldino, direttore generale dell’Ausl, in questo momento Piacenza non ha numeri eclatanti, ma la situazione, considerati i territori limitrofi, potrebbe non durare a lungo. Anche per questo motivo, lo stesso Baldino, non avrebbe visto sotto una cattiva luce l’introduzione di maggiori restrizioni.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank