Il metronotte “perseguitato” dagli alieni, successo per la serata di Spazio Tesla

Buon riscontro e attento interesse del pubblico per l’incontro che si è tenuto domenica scorsa al cinema Le Grazie di Bobbio. Incontro che aveva per tema “Val Trebbia: 130 km di mistero”. Una panoramica sui numerosi avvistamenti ufo o, come si usa dire adesso, Uap; cioè Unidentified Aerial Phemomena. Fenomeni che si sono verificati nel territorio che va da Piacenza fino ai limiti di Genova.

La panoramica è stata esposta da Alberto Negri, presidente di Spazio Tesla, che ha supportato la documentazione con interviste a personale graduato dell’aeronautica militare italiana.

L’altro relatore, il regista Gianpaolo Saccomano, ha invece affrontato con nuove prospettive il famigerato caso del metronotte Pier Fortunato Zanfretta. Si tratta dell’uomo rapito più volte dagli ufo a partire dal 1978, e tuttora sottoposto a contatti e condizionamenti da parte di una misteriosa razza aliena dalle fattezze poco raccomandabili.

L’incontro ha suscitato l’attenzione del pubblico che se ne è fatto partecipe al punto da raccontare proprie esperienze personali in materia di avvistamenti di oggetti e strane luci nel cielo.

Ricordiamo che segnalazioni di questo tipo possono essere comunicate all’associazione Spazio Tesla di Piacenza o al G.U.C. Gruppo Ufo Cremona che le vaglierà con la massima serietà e riservatezza.