L’Assigeco Piacenza saluta la Supercoppa, l’Urania Milano passa 84 a 77

Assigeco Piacenza

Dopo la bella vittoria contro Bergano, torna in campo l’Assigeco Piacenza: al PalaBanca arriva l’Urania Milano per il terzo turno di Supercoppa Centenario. I ragazzi di Salieri, che avrebbero dovuto vincere con uno scarto di 18 punti per approdare alle Final8, non riescono però nell’impresa: gli ospiti si impongono 84 a 77.

Radio Sound blank blank blank blank

La partita inizia in un clima surreale: nonostante i 180 spettatori presenti, l’apparenza è quella di uno scrimmage amichevole di inizio stagione. Molti errori da entrambe le parti in avvio. Parte però meglio l’Assigeco, e Milano chiama time-out sul 10-4. Piacenza insiste nel tiro da tre punti ma nessuno sembra essere in serata. L’imprecisione al tiro dei padroni di casa permette all’Urania di rimontare e portarsi avanti trascinata da Langston. L’americano mette a segno 16 dei 22 punti con cui Milano chiude avanti il primo quarto (18-22).

Nel secondo quarto continuano le difficoltà di Piacenza, che trova in McDuffie l’unico sbocco offensivo. Nonostante i 15 punti firmati a metà tempo da Markis, l’Urania rimane costantemente avanti guidata da un ottimo Montano e mantiene la doppia cifra di vantaggio. A metà partita Assigeco Piacenza 35, Urania Milano 46.

La difesa di Piacenza rimane ancora troppo soft: Milano scappa sul +16 di vantaggio dopo una bella giocata di Montano. Bossi, ex di giornata, punisce da oltre l’arco. Ci prova Tobin Carberry a scuotere l’attacco dei suoi con un paio di belle penetrazioni. L’attacco dell’Urania rimane fluido e costante, poca intensità invece da parte dell’Assigeco per quanto riguarda la difesa. Continua anche la sterilità in attacco: 4/20 da tre punti per i biancorossoblù, per un complessivo 36% di realizzazione di squadra. Milano chiude avanti 70-51 il terzo quarto.

Il quarto periodo si apre con la tripla di Franco, che successivamente trova due bei punti in sottomano. Ci prova Guariglia in uscita dalla panchina a portare un po’ di verve, ma l’Urania gestisce senza troppi problemi i 20 punti di vantaggio accumulati fino a questo momento. Bel canestro con fallo di McDuffie: 22 punti per lui a 5′ dalla fine della gara. La gara scivola fino alla fine senza particolari sussulti, con l’Urania Milano che si impone 84 a 77 e l’Assigeco Piacenza che saluta ufficialmente la Supercoppa Centenario.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank