Maltrattamenti all’asilo di San Polo, ricorso in Cassazione contro l’annullamento

auto pirata
Piacenza 24 WhatsApp

Maltrattamenti all’asilo di San Polo, dopo il “tutto da rifare” la Procura ricorre in Cassazione contro la decisione del tribunale.

Lo scorso maggio, infatti, il processo era stato annullato dopo che i difensori delle educatrici imputate avevano sollevato un appunto in merito alla “genericità del decreto di citazione in giudizio delle attuali imputate”. Un elemento a causa del quale sarebbero stati “violati i diritti della difesa”.

In sostanza, il decreto di citazione in giudizio sarebbe stato troppo vago sull’identità delle persone citate in giudizio e sui reati, quindi le persone citate (il personale dell’asilo accusato di maltrattamenti) non avrebbero potuto difendersi adeguatamente.

L’istanza era stata accolta dal collegio giudicante. La Procura però non ci sta, da qui la scelta di ricorrere in Cassazione contro questa decisione. L’inchiesta risale alla fine del 2019, quando i carabinieri avevano sollevato il velo su alcuni metodi educativi giudicati eccessivi. Al culmine dell’inchiesta, nel novembre 2022 la Procura aveva rinviato a giudizio la direttrice e due educatrici

Radio Sound
blank blank