Tredici nuovi autobus a basso impatto ambientale, Seta: “Investimento da 17 milioni di euro per 64 nuovi mezzi nei prossimi due anni” – AUDIO

Il servizio di trasporto pubblico di Piacenza migliora in efficienza, sostenibilità ambientale, sicurezza e comfort per gli utenti, grazie al rinnovo della flotta che SETA ha avviato e sta finanziando con un consistente piano aziendale di investimenti. Nel triennio 2021-2023 l’azienda interprovinciale acquisterà complessivamente 267 mezzi con un investimento di oltre 70 milioni di euro, 17 dei quali destinati all’acquisto di 64 nuovi bus per il bacino provinciale piacentino. L’età media della flotta automobilistica passerà dagli attuali 12,7 anni a 9,3 anni e saranno rottamati altrettanti busormai obsoleti di categoria Euro 2 ed Euro 3.

blank

Il Piano predisposto dall’azienda – sostenuto per il 40% dalla Regione Emilia-Romagna, per il 30% dagli Enti locali soci e per il restante 30% in autofinanziamento – è già in fase di attuazione: sulle linee piacentine sono già pronti ad entrare in servizio nei prossimi giorni i primi 8 nuovi autobus extraurbani a basso impatto ambientale (categoria Euro 6), ed altri 5 saranno disponibili entro la fine dell’anno. Si tratta di mezzi di produzione italiana, marca Iveco modello Crossway Line, in doppia versione: 7 mezzi hanno una lunghezza di 12 metri e possono ospitare fino ad 75 passeggeri, di cui 46 con posto a sedere; 1 mezzo è allestito nella versione da 14 metri e dispone di 108 posti complessivi, di cui 59 a sedere. Per entrambe le versioni il riferimento è alla configurazione standard, al netto delle attuali normative Covid che limitano la capienza massima all’80% dei posti complessivi. Entro la prima metà del 2022 a Piacenza saranno consegnati altri 17 nuovi autobus: sono previsti mezzi alimentati a metano, sia nella versione CNG mild hybrid per i servizi urbani, sia nell’innovativa modalità LNG che offre importanti vantaggi in termini di autonomia, costi di esercizio, prestazioni e sostenibilità. Questi mezzi fanno parte del primo lotto di acquisto della gara congiunta regionale che, oltre a SETA, ha riguardato anche Tper, Tep e Start Romagna e che consentirà l’immediata sostituzione dei bus con maggiore anzianità anagrafica e kilometrica ed elevate emissioni inquinanti.

L’ampliamento della flotta SETA alimentata a gas naturale renderà necessaria la realizzazione di nuove infrastrutture di supporto: entro dicembre nel deposito SETA di via Arda partiranno i lavori di realizzazione del nuovo distributore aziendale di metano CNG-LNG e biometano, che sarà inaugurato entro l’inizio della prossima estate.

I nuovi mezzi extraurbani SETA di Piacenza e le linee guida del Piano triennale di investimenti 2021-2023 sono stati presentati ufficialmente alla cittadinanza ed agli organi di stampa questa mattina in Piazzetta Mercanti, alla presenza di: Patrizia Barbieri, Sindaco del capoluogo e Presidente della Provincia; Paolo Mancioppi (Assessore alla Mobilità del Comune di Piacenza); Antonio Nicolini, Francesco Patrizi e Fabio Callori (rispettivamente: Presidente, Amministratore delegato e Consigliere di Amministrazione di SETA Spa); Paolo Garetti e Paolo Ripamonti (Amministratore unico e Direttore di Tempi Agenzia).

Presenti, in rappresentanza di Iveco Bus, il Public Sales Area Manager Giovanni Privitera e l’amministratore delegato della concessionaria Maresca & Fiorentino, Maria Fiorentino.

Sostenibilità ambientale, tecnologia, innovazione: SETA punta su questi elementi strategici per rendere più competitivo ed attrattivo il servizio di trasporto pubblico, attraverso un ambizioso Piano di Investimenti, che in poco più di due anni porterà ad un profondo rinnovamento della flotta ed all’introduzione di significativi miglioramenti per gli utenti” ha dichiarato con soddisfazione Antonio Nicolini. “La pandemia – ha sottolineato il Presidente di SETA – ha fortemente penalizzato tutto il sistema del trasporto pubblico locale. Le aziende hanno dovuto affrontare – e tuttora stanno fronteggiando – sfide molto complesse per garantire la continuità del servizio e la sicurezza degli utenti, nonché l’equilibrio economico e gestionale. Il Piano di investimenti, di cui oggi diamo un primo tangibile esempio, rappresenta una risposta concreta, che denota la volontà di reagire e di fare programmazione strategica per rilanciare il servizio e rimetterlo al centro del dibattito pubblico”.

PIANO DI INVESTIMENTI SETA 2021-2023

  • 70 milioni di euro (27,7 milioni da Regione Emilia-Romagna; 20,8 milioni da Enti locali; 20,5 milioni autofinanziamento SETA)
  • 267 nuovi mezzi a basso o nullo impatto ambientale (2 filobus; 88 mezzi diesel Euro 6; 69 mezzi metano LNG; 25 mezzi metano CNG; 83 mezzi metano CNG mild hybrid)
  • 3 nuovi distributori interni per rifornire i nuovi mezzi a gas naturale/biometano

PIANO DI INVESTIMENTI SETA 2021-2023 BACINO DI PIACENZA

  • 17 milioni di euro (7,2 milioni dal Comune di Piacenza; 5,6 dalla Regione Emilia-Romagna; 4,2 da SETA)
  • 64 nuovi mezzi (14 mezzi urbani metano CNG da 10 metri; 13 mezzi urbani metano CNG mild hybrid da 12 metri; 18 mezzi interurbani diesel Euro 6 da 12 metri; 16 mezzi interurbani metano LNG da 12 metri; 3 mezzi interurbani diesel Euro 6 da 14,5 metri)

“Quello di oggi – commenta il Sindaco Patrizia Barbieri – è un passaggio strategico per la città di Piacenza e un’ottima notizia per i piacentini, perché con l’arrivo dei primi 8 nuovi autobus si dà tangibile avvio a quel piano di investimenti, a cui partecipiamo come Comune insieme a Regione e Seta, che porterà nei prossimi mesi e anni un significativo rinnovamento del parco mezzi. Questo significa un importante salto qualitativo che permetterà, oltre a un efficientamento del servizio di trasporto rivolto agli utenti, un minor impatto sull’ambiente in cui viviamo e un ulteriore sviluppo della mobilità sostenibile, in linea con gli obiettivi che ci siamo posti come Amministrazione e su cui stiamo attivamente operando”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank