Piacenza o adesso o mai più: i biancorossi non possono fallire contro l’Arzignano

Piacenza - Arzignano

Tre punti per dimenticare alla svelta la sconfitta di lunedì sera e rilanciare un campionato che rischia di diventare quello dei rimpianti e delle occasioni perse. Dopo il 2-1 patito per mano della Triestina gli uomini di Franzini hanno avuto pochissimo tempo per riordinare le idee e per analizzare una prestazione in cui gli Alabardati hanno fatto tutto l’opposto dei biancorossi, ossia sfruttare le poche chance che hanno avuto.
Al Piacenza è mancata la personalità per replicare allo svantaggio e nonostante le tante palle gol è andata a segno dolo su calcio di rigore.

Franzini rischia?

Non ci sono al momento avvisaglie di un qualche scollamento tra la dirigenza e l’allenatore di Vernasca, ma è chiaro che il passo falso, pur arrivato dopo 10 risultati utili consecutivi, ha minato i rapporti tra il tecnico ed una parte di tifoseria che, a dirla tutta, da tempo non lo ama. Nella giornata di mercoledì è apparso al “Garilli” uno striscione eloquente che recita “Franzini vattene”

Un successo per ricompattare l’ambiente

Il calcio offre un unico antidoto a situazioni come questa: la vittoria. Per centrarla il Piacenza dovrà avere ragione dell’Arzignano nel secondo match casalingo della settimana.  Un successo non cambierebbe certamente da solo la stagione, ma darebbe nuovi stimoli in vista della partita di domenica pomeriggio a Fano.

Segui Piacenza – Arzignano su RADIO SOUND

Le insidie di una gara che non ha nulla di scontato

Che l’Arzignano non sia compagine da sottovalutare è cosa nota. Il Piacenza lo ha imparato sulla propria pelle ad inizio campionato, il 25 agosto scorso, quando i veneti costrinsero gli emiliani ad un deludente pari senza reti. I giallocelesti sono una neopromossa del campionato, ma hanno tutte le carte in regola per centrare la salvezza: la compagine guidata da Alberto Colombo ha sicuramente parecchie difficoltà a trovare la via della rete, ma ha una buona fase difensiva.

Probabile formazione
Piacenza (5-3-2): Bertozzi, Zappella, Milesi, Pergreffi, Nannini, Nicco, Marotta, Della Latta, Sestu, Paponi

Le parole del tecnico del Piacenza Calcio