Piacenza verso la Fase 2, cosa cambia e quali sono le regole – LO SCHEMA

Piacenza 24 WhatsApp

Piacenza verso la Fase 2, cosa cambia e quali sono le regole. Il sindaco Patrizia Barbieri va incontro alle esigenze dei piacentini cercando di fare un po’ di chiarezza sul decreto del governo che accompagnerà tutti noi alla Fase 2.

Ecco lo schema proposto dal primo cittadino.

LE NOVITÀ DEL DECRETO IN SINTESI

🔹 L’economia riparte per step (cantieri pubblici, manifattura e costruzioni).
🔹 Ci si potrà muovere dentro il territorio della Regione ma sempre giustificando i motivi con l’autocertificazione e solo per motivi di lavoro, motivi di salute, situazioni di necessità (es. fare la spesa o acquistare medicine), incontri con i congiunti e i fidanzati.
🔹 Se ci saranno le condizioni di sicurezza verranno riaperti i parchi, ma non le aree gioco bimbi.
🔹 Saranno autorizzati i funerali. Possibilmente all’aperto con non più di 15 persone (solo parenti di 1° e 2° grado).
🔹 Si potranno vendere cibi da asporto.
L’esame di maturità si farà fisicamente a scuola (non online).
🔹 Si potranno andare a trovare i congiunti (genitori, nonni, figli, zii, nipoti) e anche i fidanzati.
🔹 Restano rigorosamente vietati gli assembramenti, anche nelle aree private.
🔹 Occorrerà indossare la mascherina, anche chirurgica (che avrà un prezzo fissato a 0,50 euro). La dovrà indossare chiunque si trovi in ambienti o luoghi chiusi (negozi, ma anche i mezzi pubblici e comunque quando non si riesca a rispettare il metro di distanza di sicurezza), chi abbia più di 6 anni (i bimbi 0-5 sono esentati). Sono ammesse anche le mascherine lavabili e autoprodotte purché coprano dal mento fin sopra il naso.
🔹 Non sono obbligati ad indossare le mascherine i bambini da 0 a 5 anni.
🔹 Per i pendolari verranno aumentati i mezzi nelle fasce critiche.
🔹 Nei mezzi di trasporto sarà ammesso un numero massimo di passeggeri per consentire la distanza obbligatoria di un metro. Verranno posizionati marker sui posti a sedere per segnalare quelli che non potranno essere usati. Ci sarà l’obbligo di mascherine su tutti i mezzi pubblici. Ci sarà gel disinfettante a bordo dei treni.

LE TAPPE DELLA RIPARTENZA

DAL 4 MAGGIO
🔸 Aprono 38 nuove filiere Ateco. Tra queste: chimica, industria del legno (mobili compresi), fabbricazione di auto, costruzioni, vetro, industria tessile e metallurgica.
🔸 Riparte lo sport con allenamenti individuali.

DAL 18 MAGGIO (se ci saranno le condizioni)
🔸 Riapre tutto il commercio al dettaglio.
🔸 Riaprono musei, mostre, biblioteche.
🔸 Ripartono gli allenamenti per sport a squadre.

DAL 1 GIUGNO (sempre se ci saranno le condizioni)
🔸 Riaprono bar e ristoranti.
🔸 Riaprono estetisti, barbieri, parrucchieri, centri massaggi.

LE MASCHERINE

🔹Le mascherine sono previste nei luoghi confinati aperti al pubblico (es. nei negozi e nei supermercati).
🔹Le mascherine sono previste sui mezzi di trasporto (metro, autobus, tram, treni, traghetti e aerei).
🔹Le mascherine sono previste in ufficio, qualora il lavoro imponga di stare a meno di un metro dalle altre persone e non siano possibili altre soluzioni organizzative.
🔹Le mascherine sono previste per le visite ai familiari e ai congiunti. E’ assolutamente necessario soprattutto per chi entra a contatto con gli anziani (per es. bambini e nonni).
🔹Dal 1 giugno, per bar, ristoranti, parrucchieri, estetisti, ecc. le mascherine saranno previste sia per i clienti che per i professionisti.
🔹E’ raccomandato l’uso della mascherina in tutte le occasioni (non solo lavorative) in cui non è possibile rispettare 1 metro di distanza dalle altre persone.
🔸Non sono obbligati ad indossare le mascherine i bambini da 0 a 5 anni.
🔸Non sono obbligati ad indossare le mascherine le persone disabili che non possano farne un uso continuativo.
🔸Le mascherine possono essere anche di stoffa, lavabili o autoprodotte purché forniscano adeguata barriera, garantiscano comfort e respirabilità e soprattutto coprano dal mento fino al di sopra del naso.

GLI SPOSTAMENTI DENTRO LA REGIONE

E’ in arrivo un nuovo modulo per l’autocertificazione. Come prima data e firma andranno messe davanti agli agenti. Ci si sposta solo all’interno della regione e solo per questi motivi:

🔸motivi di lavoro
🔸motivi di salute
🔸situazioni di necessità (es. fare la spesa o acquistare medicine)
🔸incontri con i congiunti e i fidanzati

Sempre considerando:
🔹divieto di assembramento
🔹obbligo di distanza di almeno 1 metro
🔹obbligo di indossare le mascherine
🔹E’ vietato andare nella seconda casa. E’ possibile che questo divieto venga tolto, se ci saranno le condizioni, dal 18 maggio.

GLI SPOSTAMENTI FUORI DALLA REGIONE

Ci si può spostare in un’altra Regione solo per:
🔸motivi di lavoro
🔸motivi di salute
🔸assoluta urgenza (es. allagamento della seconda casa)

🔹se eravate rimasti bloccati in un’altra Regione ora potete ritornare a casa vostra. Ma quando sarete lì vi potrete muovere come gli altri solo con le motivazioni scritte qui sopra.

OBBLIGHI PER TUTTI

🔹Per chi ha sintomi da infezione respiratoria e febbre superiore a 37,5°C, vige l’obbligo di contattare il medico curante.
🔹E’ vietato uscire di casa se si è in quarantena o isolamento fiduciario
🔹è vietata ogni forma di assembramento in luoghi pubblici e privati

PARCHI E GIARDINI PUBBLICI

In caso di riapertura di parchi occorre rispettare le condizioni di sicurezza:
🔹Tenere 1 metro (almeno) di distanza
🔹Evitare assembramenti
Il sindaco può valutare se chiudere aree specifiche qualora non sussistano le condizioni di sicurezza.
🔹Sono chiuse le Aree gioco bimbi

ATTIVITÀ SPORTIVA/MOTORIA ALL’APERTO

L’attività sportiva (jogging, corsa ecc.) e motoria (es: la camminata) è consentita a condizione che:
🔹sia un’attività svolta in solitaria
🔹si rispetti la distanza di 2 metri almeno dalle persone che si incontrano in caso di attività sportiva e 1 metro in caso di attività motoria
🔹i minorenni e le persone non autosufficienti vengano accompagnati da una sola persona
🔹cessa l’obbligo di svolgere attività sportiva o motoria entro un certo raggio dalla propria abitazione
🔹è consentito l’utilizzo della bicicletta per gli spostamenti, alcune interpretazioni indicano che sia preferibile rimanere all’interno del territorio comunale.
🔹Non sono consentite attività ludiche all’aperto.

SPORT E ALLENAMENTI

🔸4 MAGGIO > riparte lo sport individuale
🔸18 MAGGIO > riparte lo sport a squadre

🔹Sono sospesi ovunque gli eventi sportivi di qualsiasi disciplina.
🔹Sono consentiti gli allenamenti individuali di chi si prepara a prender parte a manifestazioni internazionali o nazionali.
🔹Sono consentiti gli allenamenti a porte chiuse solo per:
gli atleti professionisti
gli atleti non professionisti, ma ritenuti di interesse nazionale dalle rispettive federazioni, dal Comitato Italiano Paralimpico o dal Coni. Anche in questo caso sono vietati assembramenti e la distanza di sicurezza è aumentata a 2 metri.
🔹Restano chiuse palestre e centri sportivi, piscine e centri natatori.

EVENTI, SPETTACOLI, MANIFESTAZIONI, MUSEI E BIBLIOTECHE

🔹Sono vietati eventi, manifestazioni, spettacoli di ogni tipo (culturali, religiosi, fieristici, ludici, sportivi) sia in luoghi pubblici, sia in luoghi privati,
🔹Rimangono sospese cerimonie civili /religiose
🔹Rimangono chiusi fino al 18 maggio musei e biblioteche

CHIESE, LUOGHI DI CULTO, FUNERALI

Possono aprire i luoghi di culto (es. chiese) solo se:
🔸vengono prese misure per evitare gli assembramenti
🔸viene fatta rispettare la distanza di sicurezza di 1 metro
🔹Sono comunque sospese le messe e funzioni religiose

REGOLE PER I FUNERALI:
🔸possono partecipare parenti di 1° grado (padre, madre, figlio o figlia) e 2° grado (nonno o nonna,
nipote, figlio del figlio o della figlia, fratello o sorella)
🔸sono ammesse al massimo 15 persone
🔸preferibilmente il funerale dovrebbe svolgersi all’aperto
🔸è obbligatorio indossare le mascherine
🔸è obbligatorio tenere la distanza di sicurezza di 1 metro

BAR, RISTORANTI ED ESERCIZI PUBBLICI

Sono aperti e autorizzati:
🔹mense aziendali (deve essere rispettata la distanza di 1 metro)
🔹attività che fanno asporto (es. Rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio)
🔹attività che fanno consegna a domicilio
🔹bar di ospedali e aeroporti
🔹autogrill, ma solo per asporto (la consumazione deve essere fatta all’esterno)
🔹aziende che preparano cibi all’interno di supermercati, o comunque in punti vendita di alimentari, per asporto

Sono chiusi fino al 1 giugno:
⛔ Pub
⛔ Ristoranti
⛔ Gelaterie
⛔ Pasticcerie

REGOLE PER L’ASPORTO
🔸si prenota il cibo da asporto (al telefono/online)
🔸si prende un appuntamento per il ritiro
🔸l’esercente fa entrare un solo cliente alla volta (solo per la consegna e il pagamento)
è rigorosamente vietato consumare il cibo nei locali
🔸è consentita la consegna direttamente al veicolo (es. drive fast food)

CURA DELLA PERSONA E ALTRI SERVIZI

Sono chiusi fino al 1 giugno:
⛔ centri benessere
⛔ centri estetici
⛔ barbieri
⛔ parrucchieri
⛔ centri massaggio
⛔ tatuatori
⛔ centri termali (tranne per servizi essenziali di assistenza)

Sono aperti:
🔹Lavanderie e pulitura di articoli tessili e pelliccia
🔹Lavanderie industriali
🔹Tintorie, altre lavanderie
🔹Pompe funebri e attivita connesse

SPAZI SOCIALI

Sono chiusi fino al 1 giugno:
⛔ centri culturali
⛔ centri sociali
⛔ centri ricreativi

NEGOZI APERTI E MERCATI

🔹 E’ obbligatorio far entrare le persone in modo dilazionato, solo per il tempo della spesa, facendo rispettare la distanza di sicurezza di 1 metro.
🔹 Sono obbligatorie le mascherine e per i clienti anche i guanti.
🔹 Devono essere disinfettati e sanificati gli ambienti almeno 2 volte al giorno in funzione dell’orario di apertura.
🔹 Devono essere adeguatamente arieggiati i locali.
🔹 Vanno resi disponibili gel per disinfettare le mani e devono essere collocati vicino alle casse per i pagamenti, tastiere e schermi touch.
🔹 Va collocata adeguata segnaletica che inviti le persone a rispettare le distanze di sicurezza, ad indossare mascherina, ecc.

Sono aperti:
🔸 Ipermercati
🔸 Supermercati
🔸 Discount di alimentari
🔸 Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
🔸 Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
🔸 Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
🔸 Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
🔸 Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
🔸 Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
🔸 Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
🔸 Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
🔸 Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
🔸 Edicole
🔸 Farmacie
🔸 Parafarmacie
🔸 Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
🔸 Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
🔸 Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
🔸 Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
🔸 Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
🔸 Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
🔸 Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
🔸 Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
🔸 Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
🔸 Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici
🔸 Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria
🔸 Librerie
🔸 Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati
🔸 Tabaccai
🔸 Commercio al dettaglio di fiori, piante, semi fertilizzanti
🔸 Toelettatura degli animali da compagnia con queste regole: si prende appuntamento con il centro, non ci deve essere contatto diretto tra persone, si indossano mascherina e guanti, si sta ad un metro (almeno di distanza), si posa l’animale e si esce. Si riprende l’animale e si esce.
🔹 Sono chiusi tutti i mercati ad eccezione dei banchi alimentari nelle aree che si possono recintare.

REGOLE PER GLI ACCESSI NEI NEGOZI:
🔹 Si raccomanda di prevedere ampliamenti delle fasce orarie.
🔹 LOCALI PICCOLI (FINO A 40 MQ): può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori;
🔹 LOCALI GRANDI (DA 41 MQ IN POI): l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita.

GLI STUDI PROFESSIONALI

Agli studi professionali si raccomanda:
🔹 di fare massimo utilizzo di lavoro agile (smartworking);
🔹 di incentivare ferie e congedi retribuiti
🔹 di avere un protocollo anti contagio
🔹 quando non è possibile tenere la distanza di 1 metro tra i lavoratori: questi devono avere i dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti, occhiali, ecc.)
🔹 di incentivare le sanificazioni dei luoghi di lavoro, anche usando gli ammortizzatori sociali per proteggere i lavoratori che devono stare a casa per permettere le attività di sanificazione

IMPRESE: ARTIGIANATO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA

Chi riprende dal 4 maggio deve applicare le misure di sicurezza del NUOVO PROTOCOLLO del 24 aprile 2020 (firmato da Governo e parti sociali) con TUTTE LE MISURE ANTIVIRUS.

⛔ Chi non rispetta il protocollo rischia la SOSPENSIONE dell’attività.

Possono riprendere:
🔹 1 Coltivazioni agricole, produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi
🔹 2 Silvicoltura ed utilizzo aree forestali
🔹 3 Pesca e acquacoltura
🔹 5 Estrazione di carbone (esclusa torba)
🔹 6 Estrazione di petrolio greggio e di gas naturale
🔸 7 estrazione di minerali metalliferi
🔸 8 Estrazione di altri minerali da cave e miniere
🔹 9 Attività dei servizi di supporto all’estrazione
🔹 10 Industrie alimentari
🔹 11 Industria delle bevande
🔸 12 Industria del tabacco
🔸 13 Industrie tessili
🔸 14 Confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia
🔸 15 Fabbricazione di articoli in pelle e simili
🔸 16 Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio
🔹 17 Fabbricazione di carta e di prodotti di carta
🔹 18 Stampa e riproduzione di supporti registrati
🔹 19 Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
🔹 20 Fabbricazione di prodotti chimici
🔹 21 Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici
🔸 22 Fabbricazione articoli in gomma e materie plastiche
🔹 23 Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione dei minerali non metalifferi
🔸 24 metallurgia
🔸 25 Fabbricazione di prodotti in metallo (ESCLUSI MACCHINARI E ATTREZZATURE)
🔸 26 Fabbricazione di computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e di orologi
🔸 27 Fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche
🔸 28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature NCA
🔸 29 Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
🔹 32.50 Fabbricazione di strumenti e forn
🔸 30 Fabbricazione di altri mezzi di trasporto
🔸 31 Fabbricazione di mobili
🔸 28 Altre industrie manifatturiere
🔸 33 Riparazione e manutenzione installazione di macchine e apparecchiature
🔹 35 Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
🔹 36 Raccolta, trattamento e fornitura di acqua
🔹 37 Gestione delle reti fognarie
🔹 38 Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali
🔹 39 Attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti
🔸 41 Costruzione di edifici
🔸 42 Ingegneria civile
🔸 43 Lavori di costruzione specializzati
🔸 45 Commercio ingrosso e dettaglio e riparazione di autoveicoli e di motocicli
🔸 46 Commercio all’ingrosso (escluso quello di autoveicoli e di motocicli)
🔹 49 Trasporto terrestre e trasporto mediante condotte
🔹 50 Trasporto marittimo e per vie d’acqua
🔹 51 Trasporto aereo
🔹 52 Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti
🔹 53 Servizi postali e attività di corriere
🔹 55.1 Alberghi e strutture simili
🔸 58 attività editoriali
🔸 59 attività di produzione, post produzione e distribuzione cinematografica di video e di programmi tv; registrazioni musicali e sonore
🔸 60 Attività di programmazione e trasmissione
🔸 61 Telecomunicazioni
🔸 62 Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse.
🔸 63 attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici
🔸 64 attività di servizi finanziari escluse le assicurazioni e i fondi pensione
🔸 65 assicurazioni, riassicurazioni e fondi pensione (escluse le assicurazioni sociali obbligatorie)
🔸 66 attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative
🔸 68 attività immobiliari
🔹 69 Attività legali e contabili
🔹 70 Attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale
🔹 71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche
🔹 72 Ricerca scientifica e sviluppo
🔸 73 pubblicità e ricerche di mercato
🔹 74 Attività professionali, scientifiche e tecniche
🔹 75 Servizi veterinari
🔸 78 attività di ricerca, selezione, fornitura di personale
🔸 80 servizi di vigilanza e investigazione
🔹 81.2 Attività di pulizia e disinfestazione
🔹 81.3 Cura e manutenzione del paesaggio (inclusi parchi, giardini e aiuole)
🔸 82 Attività di supporto per le funzioni d’ufficio e altri servizi e supporto alle imprese
🔹 84 Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
🔹 85 Istruzione
🔹 86 Assistenza sanitaria
🔹 87 Servizi di assistenza sociale residenziale
🔹 88 Assistenza sociale non residenziale
🔹 94 Attività di organizzazioni associative
🔸 95 riparazione di computer e di beni per l’uso personale e per la casa
🔹 97 Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico
🔹 99 Organizzazioni e organismi extraterritoriali

Le attività ferme possono comunque fare queste attività:
🔸 vigilanza
🔸 manutenzione
🔸 gestione dei pagamenti
🔸 pulizia/sanificazione

Le attività ferme possono vendere quello che hanno in magazzino informando il Prefetto e:
🔸 spedire le merci del magazzino verso i clienti
🔸 ricevere in magazzino beni e forniture
⛔ non si può produrre nuova merce da mettere in magazzino

LAVORO AGILE

Nelle varie formule, smart working, telelavoro, sono previste per:
🔹L’Amministrazione pubblica → con l’estensione ordinaria dello smart working al personale, in sede restano i dipendenti ritenuti essenziali, in ferie tutti gli altri
🔹Le Imprese → il lavoro agile può essere applicato a ogni rapporto di lavoro subordinato anche in assenza degli accordi individuali previsti. Sul sito Inail è disponibile tutta la documentazione
🔹Al pubblico e al privato oltre a ricordare di preferire modalità di lavoro agile e si raccomanda di promuovere l’uso di ferie e di congedo ordinario dell’anno in corso

SCUOLE, UNIVERSITÀ, CONCORSI, RIUNIONI, CONGEDI, ESAMI PATENTE

🔸Sono chiuse le scuole di ogni ordine e grado, le Università, le Università per anziani
🔸sono sospese le gite scolastiche, le visite guidate, i gemellaggi
🔸Sono sospese le riunioni collegiali di scuole e istituzioni educative di ogni ordine e grado, come ad esempio il collegio docenti
🔸Sono sospesi master e corsi professionali
🔸Sono sospesi i corsi per le professioni sanitarie
🔸Sono sospese le attività formative di enti pubblici e privati, tranne nel caso in cui:
🔹siano svolte a distanza (es: videoconferenza, webinar ecc.)
🔹si tratti di corsi di formazione specifica in medicina generale
🔹si tratti di corsi formazione specialistica per medici e tirocinanti professioni sanitarie
🔹i dirigenti scolastici attivano la DIDATTICA A DISTANZA (norma che è una grande accelerazione in questo senso)
🔹 Università didattica e attività curriculari con modalità a distanza
🔸Sono sospesi i concorsi nel privato, a meno che e valutazioni dei candidati avvengano con modalità a distanza
🔸Sono sospesi i congedi del personale sanitario e tecnico
🔸Sono sospesi i congedi del personale che serve alle unità di crisi regionali
🔸Sono sospesi i congressi, i meeting, gli eventi sociali che coinvolgono personale sanitario o dei servizi essenziali/pubblica utilità
🔹Le riunioni sono da svolgersi con collegamento da remoto e in videoconferenza anche per:
🔸strutture sanitarie e sociosanitarie
🔸servizi di pubblica utilità
🔸riunioni di coordinamento per l’emergenza covid-19
🔸Per chi non ha potuto sostenere gli esami della patente c’è la proroga dei termini.

Radio Sound
blank blank