Schiacciato da una lastra d’acciaio, muore operaio

Schiacciato da una lastra d'acciaio, muore operaio, Cade dal balcone e muore

Schiacciato da una lastra d’acciaio, muore operaio. A perdere la vita Domenico Bossalini, un uomo di 68 anni. La tragedia questa mattina, presso un’azienda meccanica di Ponte Trebbia, a Calendasco. L’uomo, secondo i primi accertamenti, attorno alle 8 di stamani, stava lavorando in un’officina per sostituire uno stampo d’acciaio e la lastra gli sarebbe caduta addosso all’improvviso. Rimasto schiacciato dalla lastra d’acciaio, per lui non c’era più nulla da fare.

I sanitari del 118 hanno solo potuto constatare il decesso dell’uomo. Sul posto sono intervenute anche due squadre dei vigili del fuoco che, con l’impiego di una autogru, hanno lavorato per liberare il corpo. Sul posto anche i carabinieri di Piacenza per i rilievi. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Bossalini era in pensione ma aveva deciso comunque di continuare a lavorare proseguendo con un contratto a chiamata.

Piacenza torna tristemente alla ribalta delle cronache dopo il tragico infortunio sul lavoro avvenuto il primo maggio scorso quando un operaio rimase travolto ucciso da un blocco di cemento a Chiavenna Landi.

La Cgil ha espresso il proprio dolore e disappunto con un messaggio sullla pagina facebook. “Verrà il tempo delle valutazioni e dei commenti, sulla base del lavoro di Asl, Carabinieri, Direzione provinciale del Lavoro e inchiesta interna”.

“In queste ore, intanto, lasciamo parlare il “silenzio” che è scoppiato dopo la morte di un operaio a Calendasco. Riflettiamo sull’ennesima morte di una persona che è uscita stamane per andare a lavorare e non tornerà più dai suoi cari”.