Selta, Foti e Murelli: “Il Mise convochi l’azienda al più presto”

«Riteniamo importante che il ministero dello Sviluppo economico si sia detto disponibile alla convocazione del tavolo di crisi per Selta. L’augurio è che ciò avvenga al più presto”. E’ il commento dei deputati Elena Murelli (Lega) e Tommaso Foti (FdI) dopo la risposta del Mise alle loro interrogazioni sulla Scelta.

“La nostra richiesta, infatti, era stata quella di una convocazione prima della decisone del Tribunale di Milano sul concordato, prevista per il 1 aprile. L’azienda è tra quelle più innovative di Piacenza nel settore delle Tlc e ha contratti con i principali gruppi italiani di trasporti, comunicazioni ed energia e opera anche con aziende dell’industria della difesa. Il territorio corre il rischio di perdere know how, professionalità e figure specializzate. Ma su tutto, riteniamo fondamentale dare una risposta ai 250 lavoratori e alle loro famiglie”.

Il ministero riconosce “la necessità che il Tribunale di Milano si pronunci sulla richiesta di concordato. Per poter disporre di tutti gli elementi utili per fronteggiare la crisi dell’azienda e individuare le soluzioni possibili ed efficaci”. Per garantire l’occupazione e l’impresa. Infine, il Mise scrive di essere disponibile “a convocare un tavolo di confronto” sulla Selta che viene definita “un’importante realtà del settore delle imprese ad alta tecnologia digitale”.