Ancora temporali e grandine, Coldiretti: “Si contano i danni”. AUDIO intervista a Cavanna, Direttore di Condifesa Piacenza

Forte pioggia e grandinate nel piacentino

Temporali e grandine, il maltempo non dà tregua al territorio piacentino. Nel pomeriggio di oggi, martedì 9 luglio, un violento temporale si è abbattuto su città e provincia e nelle zone di Ziano, Borgonovo, Castelsangiovanni e Sarmato è scesa anche la grandine. Matteo Mazzocchi, presidente della sezione di Coldiretti a Borgonovo, commenta al riguardo: “Il fenomeno è stato particolarmente violento, per un quarto d’ora sono caduti chicchi grossi come noci e purtroppo i danni a mais e pomodoro sono già evidenti. Nei prossimi giorni valuteremo l’entità di questi danni. Fortunatamente nella zona, in quasi tutti i campi di frumento era già stata terminata la trebbiatura. Come Coldiretti insistiamo sull’importanza delle assicurazioni, un percorso necessario nell’ottica di proteggere le nostre produzioni”.

Lo conferma anche Condifesa Piacenza, con il presidente Gianmaria Sfolcini e il direttore Stefano Cavanna. “Le avversità sono sempre più improvvise e frequenti – affermano – per questo la copertura assicurativa è molto importante per ottenere un risarcimento del danno subito. E’ importante tutelarsi – proseguono – considerati i grossi investimenti fatti dagli agricoltori per produrre colture di pregio”. Sul territorio di Piacenza Condifesa ha circa 1.500 agricoltori associati.

Purtroppo la grandinata di oggi è la terza che si abbatte nel Piacentino negli ultimi otto giorni. Siamo di fronte ad eventi climatici sempre più estremi. Basti pensare che in alcune zone della provincia, la scorsa settimana, sono scesi oltre 90 millimetri di pioggia in un’ora.

Maltempo, si ferma l’erogazione dalla diga del Brugneto

In riferimento alle forti piogge verificatesi nella giornata odierna sull’areale Trebbia e al fine di ottimizzare l’utilizzo dell’acqua invasata, si comunica la sospensione dell’erogazione del rilascio di acqua dalla diga del Brugneto.
Con successiva nota verrà comunicata la ripresa dell’erogazione.