Traffico di droga tra Piacenza e la Lombardia, diciotto arresti e cinque chili di cocaina sequestrati: indagini partite dal dark web

Scende dal treno, Frode fiscale

La Guardia di Finanza di Piacenza, al termine di un’articolata indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica, ha eseguito 18 provvedimenti coercitivi (custodia cautelare e arresti domiciliari) emessi dal Giudice per le Indagini preliminari nei confronti di altrettanti soggetti operanti in attività di spaccio nella provincia di Piacenza e nell’hinterland milanese.

In base ai provvedimenti le diciotto persone sono accusate di produzione, traffico, detenzione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti o psicotrope in concorso tra di loro. Le accuse dovranno essere vagliate nel corso delle successive fasi processuali ed i soggetti coinvolti nelle indagini non potranno ritenersi colpevoli fino a sentenza definitiva.

blank

Le preliminari attività di investigazione sono state originate da un’informazione svelante un tentativo di importazione, di sostanza stupefacente di tipo anfetamina – tramite darknet – utilizzando, per il recapito, il sistema postale.

I successivi approfondimenti, condotti attraverso l’ausilio di attività tecniche hanno consentito di documentare condotte illecite connesse al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, perpetrate da soggetti di varie nazionalità, sia in territorio piacentino che nella limitrofa Regione Lombarda.

Nel corso del servizio sono stati sequestrati 5 kg di marijuana e quantitativi ridotti di cocaina e hashish.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank