Ugl, firmato il contratto collettivo nazionale del commercio: “Avviamo il confronto per il contratto a Piacenza”

Piacenza 24 WhatsApp

“Firmato il contratto collettivo nazionale del commercio, avviamo immediatamente il confronto per riscrivere il contratto territoriale del commercio per Piacenza e per modificare ancor prima la modalità di erogazione del premio annuale.”

Confronto anche a Piacenza

Il 22 marzo scorso è stata siglata la bozza di contratto con Confcommercio e Confesercenti, con un ritardo di 4 anni, per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di categoria. Nello stesso giorno la Segreteria Provinciale di Piacenza ha inviato una nota all’Unione Commercianti ed a Confesercenti per chiedere di avviare prontamente il tavolo di confronto per il contratto territoriale di categoria. Contratto che a gennaio scorso aveva visto la disdetta da parte di Confcommercio Piacenza.

L’associazione di categoria aveva già preannunciato, contestualmente alla disdetta, la disponibilità ad aprire il confronto successivamente alla firma del contratto nazionale manifestando anche la necessità di adeguarne i contenuti alle mutate esigenze del comparto. Considerando questo, l’iniziativa di UGL Terziario, è pronta ad ascoltare le necessità datoriali avendone da manifestare numerose a sua volta. Soprattutto in relazione alla conciliazione dei tempi di lavoro e di vita tende (non provocatoriamente ma fattivamente e decisamente) a mettere alla prova le reali volontà di confronto, di sintesi e di negoziazione della controparte.

E’ chiaro che ci aspettiamo un celere riscontro ed una pronta disponibilità ad avviare il confronto, non volendo affatto dubitare della veridicità di quanto letto nella nota di gennaio scorso.

Sarà nostra cura peraltro ricordare che, nell’immediato, producendo il contratto, sebbene disdettato, i suoi effetti per i prossimi due anni, va concordata la più opportuna modalità di erogazione del premio annuale, che il contratto determina per tutti gli operatori del settore commercio, in modo da cogliere l’opportunità derivante dagli ultimi provvedimenti di governo che consente di erogare il premio sgravato di contributi per il datore di lavoro e detassato per i lavoratori.

Ci auguriamo si avvii proficuamente il confronto quanto prima dovendo viceversa promuovere la mobilitazione sindacale del settore commercio nel territorio provinciale.        

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank