Verdi Europaverde Emilia Romagna, i candidati piacentini

Matteo Salvini al Pilastro a Bologna (per chi non ne fosse a conoscenza: il leader della Lega (in permanente campagna elettorale in Emilia-Romagna) ha suonato al campanello di una famiglia tunisina chiedendo al citofono, in maniera ovviamente udibile dai presenti alla bravata, se lì abitassero degli spacciatori).

Radio Sound blank blank blank blank

Verdi Europaverde Emilia Romagna schiera quattro piacentini: Enrico Ottolini, Flavia Corradi, Andrea Pellegrini, Mariateresa Portesani.

“Torna la provocazione del campanello, che sembra piacere alla destra italiana interessata al consenso più che alla soluzione dei problemi dei cittadini. Dopo il video di Galeazzo Bignami e Marco Lisei, che hanno filmato i campanelli delle abitazioni delle case popolari in cui abitano migranti, è stata la volta di Matteo Salvini. Un episodio intollerabile. Si è passato il segno e stiamo già misurando le conseguenze di quel gesto, che possono essere gravissime. Ci auguriamo che non ce ne siano altre. Da un ex ministro dell’Interno e da un parlamentare della Repubblica ci si aspetterebbe un comportamento civile: se si è a conoscenza di notizie di reato, si fa denuncia. La legge va rispettata e lo spaccio va combattuto, sempre.

Devono farlo polizia, carabinieri e magistratura, anche con il supporto dei cittadini. Evidentemente a Salvini non interessa risolvere i problemi dei cittadini, ma solo avvelenare i pozzi della convivenza per lucrare consenso politico. È una politica miope, che non ci appartiene e che non porta lontano. Le piazze delle sardine ci stanno dicendo che una politica diversa è possibile”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank