Piacenza si prepara ad accogliere il nuovo vescovo Adriano Cevolotto, domenica 11 ottobre l’ingresso ufficiale – AUDIO

Una serie di iniziative e celebrazioni per l’avvicendamento tra monsignor Gianni Ambrosio e Adriano Cevolotto, nuovo vescovo di Piacenza. Monsignor Cevolotto sarà ordinato vescovo sabato 26 settembre nel tempio di San Nicolò a Treviso.

Radio Sound blank blank blank blank

Credo sia un momento molto bello e molto significativo l’arrivo di un nuovo vescovo”. Così commenta il vicario generale della diocesi di Piacenza e Bobbio, Luigi Chiesa.

C’è molta gratitudine verso il vescovo Ambrosio che per 13 anni ha guidato la nostra Chiesa, e anche gratitudine per il vescovo Cevolotto per aver accettato di venire nella nostra diocesi”.

È un momento di cambiamento, non solo da un vescovo all’altro ma anche per noi, per tutta la comunità ecclesiale e tutta la diocesi. Un momento di cambiamento è anche un’occasione che il Signore ci dà per portare avanti tutte le cose belle che abbiamo fatto nel cammino con il vescovo Gianni e per disporci a un cambiamento secondo quelle che saranno le indicazioni, le linee pastorali che ci offrirà il vescovo Adriano. Una cosa è necessaria: camminare insieme. Dalle prime impressioni che abbiamo avuto con il vescovo Adriano con questa sua disponibilità e il suo desiderio di incontrare, di ascoltare e di camminare insieme. Un segno molto importante per tutta la città.

TREVISO: IL 26 SETTEMBRE L’ORDINAZIONE EPISCOPALE DI MONS. ADRIANO CEVOLOTTO

Mons. Adriano Cevolotto sarà ordinato vescovo sabato 26 settembre alle 10 nel tempio di San Nicolò a Treviso. Presiede la celebrazione mons. Michele Tomasi, alla guida della diocesi trevigiana. Co-consacranti: mons. Gianni Ambrosio, Amministratore Apostolico della diocesi di Piacenza-Bobbio, e l’arcivescovo di Modena mons. Erio Castelluci.

Alla celebrazione potranno partecipare 100 piacentini; da Piacenza partiranno due pullman sui quali, oltre ai sacerdoti già prenotati, sono ancora disponibili circa sessanta posti. Per le prenotazioni occorre rivolgersi, entro martedì 22 settembre, all’Ufficio pellegrinaggi (tel. 0523.308335, e-mail

ufficiopellegrinaggi@curia.pc.it). Il contributo per il viaggio è di euro 20,00. Al termine dell’ordinazione verrà offerto il pranzo dalla diocesi trevigiana.

La partenza è prevista alle ore 5.30 dal piazzale dello stadio a Piacenza (5.40 da via IV novembre). Si viaggerà nel rispetto delle normative predisposte dal Ministero dei Trasporti per la prevenzione del contagio da Covid19.

La celebrazione sarà ripresa in diretta da Telepace e visibile anche sul sito della Diocesi www.diocesipiancenzabobbio.org .

DOMENICA 27 SETTEMBRE, IL SALUTO A MONS. GIANNI AMBROSIO

Domenica 27 settembre in Cattedrale alle ore 16.30 è in programma il saluto a mons. Gianni Ambrosio, che dal febbraio 2008 è alla guida della diocesi di Piacenza-Bobbio. La Cattedrale, nel rispetto delle norme sanitarie anti- Covid19, potrà accogliere fino a un massimo di 500 persone.

Potranno quindi partecipare 350 persone oltre alle autorità, ai seminaristi e ai sacerdoti i cui posti sono già stati riservati. Si potrà accedere in Duomo a partire dalle ore 15.00 solo muniti di biglietto gratuito di colore rosso che andrà richiesto e ritirato presso la Portineria della Curia vescovile a partire da giovedì 17 settembre (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00; tel. 0523.308311) fornendo i propri dati.

Nei chiostri del Duomo, che potranno ospitare 150 posti a sedere, sarà allestito un maxischermo; si potrà accedere all’area con un pass di colore bianco da richiedere sempre alla Portineria della Curia vescovile.

All’esterno sarà presente un punto medico. L’accesso alla Cattedrale avverrà dalle porte sul sagrato; per i disabili dalla rampa del cortile della Curia. Le

autorità entreranno dall’ingresso di via Vescovado. All’entrata, consentita indossando la mascherina, sarà rilevata la temperatura. Animerà la celebrazione il coro della Cattedrale diretto dal maestro Simone Fermi; all’organo, Federico Perotti.

Mons. Ambrosio utilizzerà nella celebrazione il pastorale argenteo donato dalla Diocesi all’inizio del suo ministero episcopale e indosserà la croce pettorale in argento realizzata sulla forma dell’antico crocifisso della basilica di San Savino, anch’essa donatagli dalla Diocesi in occasione del decimo anniversario del suo episcopato. Al termine, dopo la comunione, un fedele rivolgerà un saluto di ringraziamento al Vescovo a nome di tutta la Diocesi. Anche il Sindaco di Piacenza e Presidente della Provincia avv. Patrizia Barbieri porgerà a mons.

Ambrosio il proprio saluto a nome di tutta la cittadinanza.

Come dono simbolico verrà consegnato al Vescovo un quadro con una riproduzione in argento della Cattedrale e del vicino Palazzo vescovile. Conclusa la messa, mons. Ambrosio porterà il suo saluto ai fedeli radunati nei chiostri della Cattedrale. La celebrazione sarà trasmessa in diretta dalla web tv della Diocesi all’indirizzo www.piacenzadiocesi.tv

L’11 OTTOBRE A PIACENZA L’INGRESSO DEL NUOVO VESCOVO

L’ingresso in Diocesi di mons. Adriano Cevolotto è fissato per domenica 11 ottobre. Il nuovo Pastore arriverà in quello stesso giorno da Treviso alle ore 10.15 e sarà accolto al casello autostradale di Piacenza Sud dal vicario generale mons. Luigi Chiesa. Scortato da due agenti della Polizia Municipale in motocicletta, il Vescovo raggiungerà il quartiere cittadino di San Lazzaro; alle 10.30, si fermerà nella chiesa parrocchiale lungo via Emilia Parmense accolto dai sacerdoti della Comunità pastorale, dal superiore del Collegio Alberoni padre Nicola Albanesi, dai seminaristi del Collegio e dall’assistente pastorale della sede piacentina dell’Università Cattolica don Luca Ferrari.

Tappa successiva, alle ore 11.00, la basilica cittadina di Santa Maria di Campagna per un momento di preghiera con l’affidamento del suo ministero a Maria. Sarà accolto, fra gli altri, dalla comunità dei Frati Minori Francescani con il loro superiore padre Secondo Ballati, dal cappellano dell’Ospedale don Andrea Fusetti, da don Pio Ferrari cappellano del Pensionato e Casa Protetta Vittorio Emanuele II.

Alle ore 12.00 in tutta la Diocesi suoneranno le campane delle chiese in segno di festa.

Alle 16 prenderà il via la processione d’ingresso. Giunto sulla porta della Cattedrale il presidente del Capitolo mons. Francesco Cattatori presenterà alla venerazione del nuovo Vescovo il Crocifisso e gli porgerà l’aspersorio per l’aspersione dell’assemblea.

Il pastorale, dono della nostra Diocesi, porta incise le frasi “Prendi il largo”, il motto episcopale di mons. Adriano, e “Sulla tua parola” ovvero la risposta dell’apostolo Pietro a Gesù nell’episodio evangelico della pesca miracolosa.

Dopo la comunione, un fedele laico porgerà al Vescovo un messaggio di benvenuto.

DETTAGLI TECNICI PER LA PARTECIPAZIONE DEI FEDELI E COPERTURA MEDIATICA DELL’EVENTO

La giornata dell’11 ottobre, in tutti i suoi momenti, sarà seguita in diretta dalla web tv della Diocesi www.piacenzadiocesi.tv . La Messa sarà visibile anche sul sito della Diocesi www.diocesipiacenzabobbio.org .

In piazza Duomo e nei primi chiostri del Duomo verranno allestiti due maxischermi con postazioni a sedere per 300 fedeli. Vi si potrà accedere a partire dalle ore 15 solo muniti di biglietto gratuito; tagliando che andrà richiesto e ritirato alla Portineria della Curia vescovile a partire dal 1° ottobre (orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00; tel. 0523.308311) fornendo i propri dati.

Le norme di sicurezza

Nel rispetto della normativa anti-contagio Covid19, gli accessi alla Cattedrale saranno presidiati dai volontari della Croce Rossa e della Protezione civile, sarà disponibile gel igienizzante e verrà rilevata la temperatura. Gli ingressi alla Cattedrale saranno differenziati in base ai settori: le autorità entreranno dalla porta di via Vescovado prendendo posto nel transetto della Madonna del Popolo; i fedeli laici dalle porte sul sagrato; i presbiteri e i diaconi che non prenderanno parte alla processione d’ingresso entreranno in Duomo dal portone del parcheggio della Curia vescovile. L’ingresso sarà consentito entro le 15. All’esterno, per tutta la durata dell’evento, rimarranno a disposizione due ambulanze. In Cattedrale potranno entrare 500 persone.

Grazie a una disposizione della Prefettura si potrà derogare al numero di 350, il massimo attualmente consentito per una celebrazione. Vi troveranno posto i Vescovi, il Capitolo della Cattedrale, i Vicari episcopali, i membri del Collegio dei consultori, i moderatori con una rappresentanza dei laici delle Comunità pastorali (due per Comunità), i presbiteri provenienti dalla diocesi di Treviso, gli ultimi due presbiteri ordinati in Diocesi, i seminaristi, una rappresentanza dei diaconi permanenti dei religiosi e delle religiose, i 72 giovani, le autorità civili e militari e i familiari di mons. Cevolotto con la delegazione trevigiana.

Il coro, in numero ridotto di coristi a causa delle limitazioni da Covid19, è diretto dal maestro Simone Fermi. All’organo Federico Perotti.

Tutti i momenti della giornata si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme sanitarie anti Covid19 in accordo con le preposte autorità locali.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank