“Abbiamo riso per una cosa seria”, Africa Mission aderisce alla campagna a sostegno della Caritas

blank

Per il quindicesimo anno consecutivo, Africa Mission Cooperation and Development aderisce alla campagna di Focsiv Abbiamo riso per una cosa seria“. Stavolta però lo fa in maniera particolare come del resto è anche l’iniziativa di Focsiv, in collaborazione con Coldiretti-Campagna Amica, che a causa delle normative anti-contagio non può approdare nelle piazze italiane.

Radio Sound blank blank blank

“Abbiamo pensato di proporre una piccola raccolta fondi online dal 9 maggio, utilizzando la pagina Facebook del Movimento – spiega il direttore Carlo Ruspantini – ci siamo dati un obiettivo di 1000 euro che corrispondono a duecento chili di riso. Chi farà una donazione minima di cinque euro di fatto ci permetterà di donare il riso alle famiglie bisognose del territorio di Piacenza e nello specifico alla dispensa del Centro Caritas “La Giara”: il centro è legato alla comunità pastorale di cui fa parte anche la chiesa di Santa Franca guidata dal nostro presidente don Maurizio Noberini. Ma nel contempo i fondi ricavati verranno utilizzati per sostenere la formazione di giovani agricoltori della Scuola di Agribusiness di Alito, in Uganda, perché possano aiutare le loro famiglie”.

Quest’anno la campagna, che avrebbe dovuto tenersi il 9 e il 10 maggio nelle piazze, non permetterà la distribuzione e la consegna del riso nell’immediato: così Africa Mission Cooperation and Development ha pensato di aderire ugualmente ad “Abbiamo riso per una cosa seria” nel week-end di lancio di maggio e nel contempo di dare anche un aiuto concreto a chi è in difficoltà e viene costantemente sostenuto attraverso le reti parrocchiali della Caritas. Lo farà attraverso la campagna social, promossa dal 9 maggio, a cui si può accedere attraverso il link https://www.facebook.com/donate/569712793658750/?fundraiser_source=external_url .

La campagna nelle parrocchie e nelle piazze italiane è rimandata ai week-end del 26 e 27 settembre  e del 3 e 4 ottobre di quest’anno. Chi vorrà però potrà già acquistare il riso scegliendo se destinarlo al Centro “La Giara” oppure portarlo a casa, ma in questo caso la consegna sarà concordata nel rispetto delle normative anti-contagio dopo la riapertura della sede di Piacenza. È inoltre possibile sostenere la campagna Focsiv anche dal sito www.gioosto.com.

“Per noi è una campagna importante, un gesto che lega l’Italia e Piacenza in particolare all’Uganda attraverso la solidarietà – spiega Ruspantini – che permette di sostenere sia i contadini italiani acquistando il riso di Coldiretti, sia i contadini ugandesi della Scuola di formazione di Alito e le famiglie bisognose del nostro territorio aiutate dalla parrocchia: anche per questo abbiamo pensato di dedicare questa raccolta a Giuseppe Braghi, storico volontario del Movimento e attivo parrocchiano di Santa Franca che era stato uno dei promotori dell’apertura della dispensa de “La Giara” lo scorso novembre e che proprio qualche mese fa è mancato a causa del coronavirus”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank blank