“Aperidop piacentino”, grande successo per il primo corso con 36 ristoratori partecipanti

Piacenza 24 WhatsApp

 L’aperitivo è una tradizione tutta italiana. Prende avvio nel 1786 quando Antonio Benedetto Carpano comincia a produrre a Torino, in una bottega sotto i portici della centralissima Piazza Castello, un vino aromatizzato denominato “Vermouth”. Un vino ottenuto con infuso di erbe e spezie proprio per stimolare l’appetito.

Nel corso dei secoli l’aperitivo si è evoluto arrivando a cambiare quella che era la sua funzione originaria, ossia di “aprire” lo stomaco e preparare al pasto successivo. Si è arrivati oggi a quello che è “l’Apericena” in cui l’aperitivo si è trasformato in un vero e proprio sostituto della cena o del pranzo.

La nascita del corso

I protagonisti di questi momenti socializzanti sono gli operatori della ristorazione che con la loro creatività propongono invitanti preparazioni all’interno dei loro locali.

Aperidop piacentino

Queste considerazioni hanno stimolato il Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini a progettare un vero e proprio corso professionalizzante per baristi e ristoratori e a creare un vero logo “APERIDOP Piacentino” convinti che la Coppa Piacentina DOP, il Salame Piacentino DOP e la Pancetta Piacentina DOP possano essere protagonisti in questo rito ormai irrinunciabile per milioni di persone. All’organizzazione del corso è stata coinvolta Confesercenti Piacenza, Unione Commercianti Piacenza, il Consorzio Vini DOC Colli Piacentini e l’Associazione Italiana Sommelier.

Il corso, articolato in due incontri, ha avuto il contributo di due ricercatori dell’Università Cattolica del S. Cuore di Piacenza il Dott. Rossi Filippo che ha portato informazioni sul valore alimentare dell’APERIDOP Piacentino mentre la Dott.ssa Greta Castellini ha informato sul valore sociale dell’aperitivo. Il Direttore del Consorzio Roberto Belli ha reso noto le caratteristiche distintive dei tre salumi DOP Piacentini e la Dott.ssa Alessandra Scansani ha coinvolto i corsisti in una intrigante degustazione guidata unitamente al sommelier Giovanni Derba che ha magnificato il Gutturnio, la Malvasia e l’Ortrugo quali vini da inserire nell’aperitivo.

Docente d’eccezione Daniele Raponi

A qualificare ulteriormente il corso la presenza di Daniele Reponi, “Un po’ Oste un po’ Salumiere”, come lui stesso si definisce, che ha portato tanta creatività nel dimostrare praticamente come lui interpreta i  panini utilizzando la Coppa Piacentina, il Salame Piacentino, la Pancetta Piacentina.

Al corso hanno aderito trentasei operatori della ristorazione, i quali si sono impegnati nel proporre nei loro locali “l’APERIDOP Piacentino”. Il Consorzio ha consegnato loro apposite vetrofanie che saranno esposte nei locali dei corsisti dove viene evidenziato:

In questo locale Vi sarà servito l’APERIDOP Piacentino

per la valorizzazione dei salumi DOP piacentini.

Visto il successo del corso il Consorzio Salumi DOP Piacentini già ne preannuncia una seconda edizione.

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank