Uno strumento in più contro mafia e corruzione, Piacenza rafforza la collaborazione con Avviso Pubblico – AUDIO

Piacenza 24 WhatsApp

L’aula consiliare del Municipio ha ospitato l’incontro – rivolto alle istituzioni e in particolare ai Comuni del territorio – con il coordinatore nazionale di Avviso Pubblico Pierpaolo Romani e la coordinatrice regionale Mariaelena Mililli. Sono intervenuti, inoltre, il prefetto Daniela Lupo, la vice presidente della Provincia Patrizia Calza, la sindaca Katia Tarasconi e l’assessora alla Legalità Serena Groppelli.

E’ stata l’occasione in cui presentare le attività associative e le buone prassi portate avanti da Avviso Pubblico, rete di enti locali impegnati nella promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile.

“Piacenza aderisce ad Avviso Pubblico dal 2009 ma fino a oggi è rimasta un’adesione pressoché simbolica. Oggi vogliamo renderla più concreta. Ci siamo resi conto che a Piacenza solo il Comune e Destinazione Turistica Emilia aderiscono e con la giornata di oggi puntavamo a coinvolgere altri colleghi e altri enti”, commenta Serena Groppelli, assessore con delega alla Cultura della memoria e della legalità.

Nella pratica di cosa si occupa il progetto Avviso Pubblico?

“Realizziamo progetti, iniziative e corsi di formazione, raccogliamo e diffondiamo buone pratiche amministrative, pubblichiamo notizie e documentazione aggiornata”, spiegano i referenti.

“Aderire ad Avviso Pubblico significa schierarsi apertamente dalla parte della legalità e della responsabilità, usufruire di servizi qualificati e dare forza alla buona politica”.

Radio Sound
blank blank