Baseball, Serie B: Piacenza batte Fossano e agguanta i playoff

Piacenza baseball

Missione compiuta per il Piacenza baseball che torna dal recupero di Fossano con la vittoria che gli serviva per guadagnarsi i play-off da seconda del girone. I biancorossi hanno scelto la strada più complicata per raggiungere l’obiettivo, perdendo Gara1 (7-4) e obbligandosi a giocare il tutto per tutto in Gara2 vinta poi 5-2. Dal prossimo week-end sarà tempo di spareggi, al meglio delle cinque partite, con l’andata al De Benedetti contro i Dragons di Castelfranco Veneto (TV), primi nel girone B.

GARA1, PIACENZA BASEBALL-FOSSANO

Anche se l’avversario non è di quelli che fanno tremare le gambe, la posta in palio è molto alta e forse nella gara mattutina la tensione gioca un brutto scherzo ai piacentini. I rimpianti biancorossi risiedono essenzialmente nell’incapacità di non aver “ammazzato” una partita condotta in vantaggio per due terzi e sciupata malamente nelle riprese finali. Piacenza parte bene e fa ben sperare fintanto che Ettami riesce a tenere il monte con accortezza. Tre punti al 2° ( singolo di Calderon, base a Molina, singolo di Caimmi, doppio di Gardenghi e volata di sacrificio di Pinoia) e 1 al 5° (doppio di Chancon spinto a punto da un lancio pazzo ed un errore) costruiscono un margine che purtroppo si assottiglia quando a fine 5°, in coincidenza con il calo di Ettami, i padroni di casa segnano 3 punti (4-3).

A questo punto il Piacenza avrebbe ancora le opportunità per ripristinare un vantaggio più rassicurante ma, al 6° e al 7°, due interessanti situazioni offensive vengono gelate da altrattante battute in doppio gioco. E siccome nel baseball gli errori si pagano cari, ecco al 7° arrivare puntuali i 4 punti fossanesi che ribaltano il punteggio, rendendo improvvisamente complicata la posizione biancorossa. Piacenza subisce il colpo senza reagire, sciupando così sul 7-4 la prima chance di agguantare i play-off.

GARA2, PIACENZA BASEBALL-FOSSANO

La partita del pomeriggio diventa uno spareggio: Fossano per salvarsi, Piacenza per i play-off. Inutile dire che sarà partita vera, nella quale nessuno regalerà nulla e dove Piacenza ritroverà un pizzico di cattiveria sportiva in più. L’indisponibilità di Fioretti e Castillo pone Piacenza in ristrettezza numerica sul monte di lancio ed è proprio per questo che il protagonista assoluto dell’impresa biancorossa sarà il giovane pitcher Gabriel Molina, che lanciando per 7 inning da manuale, darà sicurezza a tutta la squadra e al contempo ridimensionerà le preoccupazioni del suo staff legate alla necessità di possibili sostituzioni.

Per quasi tutta la partita ci penserà lui a congelare l’attacco piemontese, che se non fosse per un errore difensivo non segnerebbe nemmeno il primo punto al 2°. Così a Piacenza bastano 2 valide (Cetti e Calderon) e 2 punti al 1° e altre 2 valide ed 1 punto al 9°. Nel mezzo altri 2 punti al 5° agevolati da ben quattro basi gratuite concesse dal bul-pen cuneese. Sul 4-1 non è improbo il compito di Macak prima e Sanna poi, chiamati a chiudere i conti come closer. Fossano si accende con un punto all’8° che Piacenza spegne con un punto al 9° che fissa il finale sul 5-2. Alla squadra di Kevin Nieves si schiudono le porte degli spareggi per salire di categoria. Per Fossano esami di riparazione ai play-out.