Al via il credito d’imposta per gli affitti: assistenza e consulenza in Confedilizia

Il decreto “Rilancio” è legge ed è così definita la normativa sul credito d’imposta per gli affitti commerciali. E’ ora possibile – per l’esercente che sia in possesso di determinati requisiti – accordarsi con il proprietario-locatore per cedergli, ove quest’ultimo sia d’accordo, in luogo del pagamento della corrispondente parte di canone, il credito d’imposta previsto per fronteggiare l’emergenza Covid.

blank

Lo segnala la Confedilizia di Piacenza, spiegando che il credito cedibile è pari (nella stragrande maggioranza dei casi) al 60% dei canoni di locazione dei mesi di marzo, aprile e maggio (o aprile, maggio e giugno per le strutture turistico-ricettive con attività stagionale). In altri termini, a fronte ad esempio di un canone di 1.000 euro e di un credito d’imposta del 60%, il conduttore che abbia pagato al locatore la somma di 400 euro, può cedere allo stesso (previa sua accettazione) il credito di 600 euro.

L’accordo di cessione è in forma libera e quindi può risultare da scrittura privata non autenticata o da scambio di corrispondenza (cioè proposta del conduttore e risposta di accettazione del locatore). Lo scambio di corrispondenza può avvenire per posta o per mail (meglio pec), utilizzando i modelli predisposti da Confedilizia.

Per avere informazioni e ogni assistenza in merito, ci si può rivolgere presso la sede dell’Associazione Proprietari Casa-Confedilizia di Piacenza (Via Del Tempio n. 27-29 – Piazza della Prefettura -, tel. 0523.327273. Uffici aperti tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00, lunedì, mercoledì e venerdì anche dalle 16.00 alle 18.00; e-mail: info@confediliziapiacenza.it; sito: www.confediliziapiacenza.it).

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank