Covid, l’Ausl piacentina invia due anestesisti a Bologna: “Nel capoluogo situazione peggiore della prima ondata”

blank

Covid, l’Ausl piacentina invia due anestesisti a Bologna: “Nel capoluogo situazione peggiore della prima ondata”.

blank

“Una situazione mai vista prima, con un numero di ricoveri molto più alto di quello della prima ondata di coronavirus. Picco di contagi e carenza di personale”. Così il direttore generale dell’Ausl di Bologna, Paolo Bordon, spiega nel dettaglio la situazione nel capoluogo dell’Emilia Romagna. Le parole di Bordon non lasciano spazio ai dubbi: “In termini di impatto per noi questa è la prima ondata”.

In questa situazione si ampliano le criticità legate alla carenza di personale: “Abbiamo per fortuna ospedali funzionali, ma c’è un problema di personale. Abbiamo implementato di molto tutto l’assumibile, compresi gli specializzandi. Ma non basta: anestesisti non ce n’è, ne servirebbe un’altra ventina”.

E Piacenza ha deciso di fare la propria parte, rispondendo all’appello. L’Ausl, infatti, si sta preparando a inviare due anestesisti a supporto della rete sanitaria bolognese.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank