Il credito a Piacenza, nel 2023 prestiti in calo e risparmio in aumento

blank
Piacenza 24 WhatsApp

A fine 2023 in provincia di Piacenza sono risultati in calo del 4,3% i prestiti erogati dal sistema di credito rispetto alla stessa data dello scorso anno; gli impieghi bancari si sono così portati a 6,4 miliardi di euro.

I dati rilasciati dalla Banca d’Italia e analizzati dall’Ufficio studi della Camera di Commercio dell’Emilia evidenziano segno negativo per le imprese (-6,4%), ma anche un calo per le famiglie consumatrici (-0,9% rispetto a fine 2022) e per le società finanziarie ed assicurative (-21,4%).

Ad assorbire la maggior parte degli impieghi bancari è stato il mondo delle imprese, con una quota del 56,3%, seguito dalle famiglie con il 41,4%.

Guardando al sistema produttivo, per tutti i settori si è registrata una flessione. Il comparto edile, ad esempio, si attesta su un ricorso al credito che nel 2023 è diminuito dello 0,5% rispetto alla fine del 2022. In calo anche i crediti al comparto dei servizi (-5,6%) e per le attività manifatturiere (-10%).

Per quanto riguarda il tasso di deterioramento del credito, in dodici mesi si è registrato un peggioramento, con il passaggio dallo 0,9% all’1,2%.

Sul versante dei risparmi, infine, mentre sono risultati in calo dell’1,4% i depositi (soprattutto in conto corrente), parallelamente si è registrato un rilevante aumento (+23,6%) dei titoli a custodia, che ora superano, in valore, l’ammontare dei depositi in conto corrente.

Il totale del risparmio piacentino rappresentato da depositi e titoli a custodia presso le banche si è così attestato a 18,9 miliardi di euro alla fine del 2023.

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank