Street Art e opere di arte urbana, approvate in Giunta le linee guida

Piacenza 24 WhatsApp

La Giunta comunale ha approvato, nella seduta di martedì 5 marzo, le “Linee Guida per la Realizzazione di Opere di Street Art e Arte Urbana”, con l’obiettivo di promuovere – grazie a progetti approvati e condivisi con l’Amministrazione – forme di espressione culturale e creativa che possano contribuire alla rigenerazione degli spazi pubblici, prevenendo e contrastando atti di vandalismo su beni pubblici e privati.

“Quello che abbiamo approvato ieri – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili Francesco Brianzi – è un atto innovativo, strettamente correlato agli obiettivi di sostenibilità urbana dell’Agenda 2030 e alla programmazione strategica del nostro mandato amministrativo. L’arte urbana a Piacenza potrà finalmente contare su una cornice di riferimento completa e dettagliata, dando continuità e stabilità a quanto già concretizzato, nei mesi scorsi, con il bando UAU PC! (Urban Art Unites Piacenza)”.

“Significa che il Comune ha tracciato un nuovo indirizzo amministrativo, funzionale per il lavoro di tutti gli street artist e dove la dimensione partecipativa e di coinvolgimento della cittadinanza diviene elemento sostanziale per gli interventi progettuali. L’Amministrazione potrà quindi ricevere proposte di progetti artistici non più solo in via estemporanea, legati all’emanazione di specifici avvisi di finanziamento, ma tutto l’anno e senza scadenze: un’opportunità rivolta a singoli o gruppi di artisti, anche in collaborazione con realtà associative strutturate, informali o enti del terzo settore, con particolare attenzione al coinvolgimento dei giovani e alla valorizzazione della loro creatività”. 

“Stiamo creando un’occasione ulteriore per rafforzare la coesione sociale, attraverso l’ingaggio di scuole, agenzie educative, atenei universitari, comunità parrocchiali, laboratori di quartiere o attività economiche e artigianali radicate sul territorio”.

Requisito fondamentale è che le opere ideate – realizzabili con qualsiasi tecnica e materiale, dallo spray agli sticker, dalla pittura ai poster – vadano ad abbellire edifici, muri, saracinesche, elementi di arredo urbano (non esclusi marciapiedi e pilastri) con l’autorizzazione dell’Amministrazione comunale o dei privati che ne sono titolari. Le Linee Guida elencano, inoltre, gli aspetti che comportano l’impossibilità di accogliere un progetto, la sua immediata interruzione o la cancellazione di quanto eseguito: tra gli altri, la presenza di elementi indecenti, lesivi o offensivi della dignità personale, dell’immagine della donna o di convinzioni etiche, morali, politiche, sindacali o religiose, nonché messaggi pubblicitari anche impliciti o raffiguranti solo loghi.

“Abbiamo voluto indicare, come scelta prioritaria – sottolinea Brianzi – aree dismesse e periferiche, zone in cui vi siano negozi sfitti o locali vuoti, oltre ai muri già imbrattati e oggetto di vandalismo. L’intento è quello di rigenerare e riqualificare attraverso l’unicità di un’opera d’arte e la bellezza come patrimonio della collettività, che può ispirare maggior cura e senso di appartenenza anche per quei luoghi che attualmente versano in stato di abbandono o sono a rischio di degrado”.

“Il concetto più importante che si lega a questa iniziativa, accanto alla valorizzazione della creatività e del talento, è quello di rispetto dei beni e degli spazi condivisi. In quest’ottica, ovviamente, il nuovo percorso autorizzativo riguarderà opere visibili dalla pubblica via; non sarà possibile intervenire su edifici sottoposti a vincoli di tutela storica, artistica, ambientale o architettonica, dovendo invece presentare l’autorizzazione della Soprintendenza qualora le superfici individuate riguardino immobili che sono oggetto di vincoli indiretti”.

Le Linee Guida – che a partire dai prossimi giorni saranno consultabili sul sito web comunale, dove si potranno scaricare anche i moduli per la presentazione dei progetti – dettagliano tutte le informazioni relative a oneri, licenze, certificazioni e cautele assicurative a carico dei soggetti proponenti, nonché in merito agli adempimenti che garantiscano la sicurezza di persone e cose, anche sotto il profilo della sostenibilità ambientale.

Iscriviti per rimanere sintonizzato!

Radio Sound
blank blank