Criminalità e degrado in via Roma, CasaPound: “Non è più accettabile”

Criminalità e degrado in via Roma. “Non possiamo più tollerare il dilagare incontrollato delle situazioni di degrado e microcriminalità in via Roma e nelle vie limitrofe”. Inizia così Pietro Pavesi, responsabile provinciale di CasaPound Italia, commentando l’ultimo grave accoltellamento avvenuto in via Torricella nella tarda mattinata di Venerdì 17.

“Non è accettabile”, continua la nota, “che esistano a Piacenza quartieri interi nei quali è ormai consuetudine il ripetersi di situazioni criminose; come la rissa con accoltellamento di venerdì mattina in via Torricella. Il tutto senza che si strutturi un serio piano di lotta al malaffare da parte dell’istituzione competente”.

“Via Roma poi ” prosegue” è ormai divenuta sinonimo di tali situazioni; nel tempo sta mutando sempre più in un vero e proprio quartiere ghetto non percentuali altissime di immigrati extracomunitari, dove: abusivismo, spaccio e violenza sono ormai all’ordine del giorno, tanto, ormai,
da passare quasi inosservati essendo percepiti come la normalità”

“CasaPound Italia non ci sta a reputare normale l’esistenza di zone franche; zone dove le istituzioni sono assenti e soprattutto dove i cittadini italiani residenti sono costretti a sentirsi estranei in quello che, fino a qualche anno prima, era il loro quartiere”.

“Chiediamo “conclude Pavesi ” con insistenza che si recuperi una politica sociale che possa riqualificare tali quartieri; ripartendo dalla sicurezza e dai servizi, per esempio rimettendo in funzione il vecchio presidio di polizia municipale in via Primogenita per iniziare a riconsegnare il quartiere a chi, onestamente, lo abita”.