Trasporto pubblico, dodici nuovi mezzi ibridi: “Tecnologie innovative per incentivare e promuovere l’uso dell’autobus”

Grazie ad un Piano aziendale di Investimenti che per il periodo 2021-2024 stanzia circa 100 milioni di euro (di cui 30 in totale autofinanziamento), SETA sta attuando un consistente rinnovamento della flotta e delle infrastrutture di supporto, allo scopo di rendere sempre più efficiente, attrattivo ed ambientalmente sostenibile il servizio di trasporto pubblico offerto all’utenza nei tre bacini provinciali serviti dall’azienda.

blank

Per il bacino provinciale di Piacenza l’investimento complessivo di SETA nel periodo 2021-2024 ammonta ad oltre 18 milioni di euro, di cui 6 in totale autofinanziamento, per finanziare l’acquisto di 73 nuovi bus (di cui 52 a metano, 34 urbani e 18 extraurbani), tutti ad elevato contenuto tecnologico e ridotto impatto ambientale.  Nel 2021 sono stati immessi in servizio 15 nuovi mezzi extraurbani diesel Euro 6, ed altri 15 nuovi autobus (12 urbani e 3 extraurbani) sono arrivati nel 2022; entro il 2024 arriveranno altri 43 nuovi bus (22 urbani e 21 extraurbani).

Nel mese di giugno 2022 all’interno del deposito aziendale di via  Arda è stata inaugurata la nuova stazione di rifornimento per l’erogazione di metano per autobus: il nuovo impianto ad alta efficienza, frutto di tecnologia e know-how italiani, è in grado di immagazzinare oltre 100mila litri di carburante e rifornire in tempi rapidi la flotta SETA di Piacenza alimentata a gas naturale, che oggi è costituita da 20 mezzi in servizio sulle linee urbane e di cui è in corso un significativo ampliamento. Grazie alla presenza del distributore interno, infatti, SETA potrà ridurre i costi d’acquisto del carburante e velocizzare i tempi di rifornimento dei mezzi, rendendo così sempre più conveniente e diffuso l’impiego degli autobus a basso impatto ambientale. L’impianto è costato circa 1,5 milioni di euro ed è stato finanziato integralmente dal Comune di Piacenza con risorse del PSNMS-Piano Strategico Nazionale Mobilità Sostenibile.

Da qualche giorno, poi, sono in circolazione sulle linee urbane piacentine 12 nuovi autobus urbani a metano, caratterizzati da importanti elementi di innovazione tecnologica ed elevata sostenibilità ambientale. I nuovi bus urbani MAN Lion’s City da 12 metri di lunghezza, alimentati a metano compresso CNG con motore in versione Mild Hybrid, classe di emissioni Euro 6, dispongono di un motore elettrico che integra e supporta le performance del motore termico. Il motore elettrico è alimentato da energia ad impatto ambientale zero, generata durante la fase di decelerazione del mezzo ed accumulata in speciali batterie. Il sistema Mild Hybrid garantisce una sensibile riduzione dei consumi di carburante ed una contestuale riduzione delle emissioni in atmosfera.

blank

I MAN Lion’s City possono ospitare fino a 93 passeggeri, di cui 25 seduti, e dispongono di una postazione attrezzata per utenti con disabilità motorie. Sono dotati di sistema di geolocalizzazione, impianto di climatizzazione/ricircolo dell’aria, impianto di videosorveglianza a 6 telecamere digitali, contapasseggeri, impianto automatico antincendio a nebulizzazione, pedana manuale per la salita/discesa di utenti con carrozzina, sistema di diagnostica on board, black box di monitoraggio e registrazione parametri di esercizio.

Come tutti i mezzi urbani di SETA, anche questi nuovi bus ecologici sono dotati della tecnologia EMV che consente agli utenti di acquistare il biglietto di corsa semplice pagando con bancomat o carta di credito contactless.

La realizzazione di un nuovo impianto di rifornimento aziendale e l’entrata in servizio di nuovi mezzi ad elevata tecnologia e ridotto impatto ambientale sono la dimostrazione concreta che SETA, nonostante le difficoltà che riguardano il settore del trasporto pubblico, non rinuncia ai suoi obiettivi strategici e conferma le azioni previste dal Piano di investimenti. L’attuale Consiglio di Amministrazione ha individuato come priorità strategica la realizzazione di un consistente rinnovamento della flotta e delle infrastrutture connesse, per rendere più competitivo ed attrattivo il servizio offerto agli utenti. Entro il 2024 SETA ridurrà l’età media della flotta dagli attuali 12,4 anni a circa 9 anni, avvicinandosi così ai livelli dei migliori Paesi europei dichiara Antonio Nicolini, Presidente della società che eroga il servizio di trasporto pubblico nelle province di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. “Desidero ringraziare in modo particolare il Comune di Piacenza – prosegue Nicolini che sta sostenendo concretamente gli investimenti dell’azienda destinando risorse importanti per migliorare il servizio di trasporto pubblico, sia per quanto riguarda la realizzazione del nuovo distributore aziendale di metano sia per l’ammodernamento della flotta. Il nuovo distributore può erogare il metano sia nella tradizionale forma gassosa CNG sia nell’innovativa versione liquida LNG, che garantisce prestazioni particolarmente significative in termini di autonomia di servizio dei mezzi e riduzione delle emissioni inquinanti. Inoltre, può erogare anche biometano. Veniamo da due anni molto complicati vissuti in costante emergenza (prima di natura sanitaria, ora anche geopolitico-economica), con pesanti ricadute sulla tenuta generale del sistema nazionale della mobilità e sull’equilibrio economico-finanziario delle aziende. Conosciamo tutti le problematiche connesse al caro-carburanti, all’aumento dei costi delle materie prime ed alle criticità sulle forniture, in particolare nel settore automotive: questa situazione potrebbe proseguire ancora a lungo, ma crediamo fermamente che investire in tecnologia, innovazione, sicurezza e sostenibilità ambientale sia la via migliore per rilanciare il ruolo determinante del trasporto pubblico, elevarne gli standard qualitativi e recuperare le quote di utenza che – per cause oggettivamente esterne alla nostra attività – si sono perse negli ultimi anni”.

“La sostenibilità del trasporto pubblico, sotto il profilo della tutela ambientale e dell’ottimizzazione delle risorse economiche – sottolinea Marco Perini, vice sindaco del Comune di Piacenza –  è un obiettivo strategico prioritario, che l’Amministrazione intende portare avanti con convinzione. Non solo attraverso investimenti significativi in termini di progettualità e innovazione, ma anche promuovendo e incentivando l’uso dell’autobus: a partire da progetti come Senior Bus, di imminente attivazione, che prevede la gratuità dell’abbonamento per gli over 70, riteniamo che sia necessario diffondere una nuova cultura e una più radicata abitudine alla fruizione del trasporto pubblico, come scelta consapevole per sé e per la comunità. Questo significa perseguire, grazie all’impegno condiviso con SETA e TEMPI AGENZIA, ulteriori e costanti miglioramenti nella capillarità della rete dei collegamenti sull’intero territorio urbano, così come nella qualità e nell’efficienza tecnologica e ambientale della flotta, il cui progressivo e consistente rinnovamento è un passo importante e orientato, con lungimiranza, al futuro”.

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank