Le formelle del maestro Maraini consegnate alla Ricci Oddi dalla Banca di Piacenza, lunedì la cerimonia

blank
Piacenza 24 WhatsApp

Lunedì 8 maggio, alle 18, al PalabancaEventi (Sala Panini) verranno presentati dalla Banca di Piacenza i rilievi preparatori delle due formelle di Antonio Maraini (1886-1963), realizzate nel 1931 e simboleggianti l’allegoria della Scultura e della Pittura per l’ornamento dell’ingresso monumentale della Galleria Ricci Oddi. Rilievi che da circa un anno sono andati ad arricchire la collezione d’arte dell’Istituto di credito di via Mazzini. La Banca ha ora deciso di lasciare alla Galleria Ricci Oddi queste due opere, che verranno esposte permanentemente a ricordo del mecenatismo illuminato del compianto presidente Corrado Sforza Fogliani, per tanti anni componente del Consiglio di amministrazione della Galleria in rappresentanza dell’Accademia di San Luca.

Durante la presentazione degli studi preparatori delle lapidi ornamentali dell’ingresso monumentale della Ricci Oddi da parte di Valeria Poli (storica dell’arte che fa parte del Cda del complesso museale), avverrà la cerimonia di consegna degli stessi, alla Galleria alla presenza del suo presidente Jacopo Veneziani e della direttrice Lucia Pini.

L’autore delle formelle Antonio Maraini – politico (deputato del Regno d’Italia), scultore (tra le sue opere, i pannelli in bronzo per la porta principale della Basilica di San Paolo fuori le Mura a Roma, oltre a quelli per la scala elicoidale d’ingresso ai Musei Vaticani) e critico d’arte (dal 1928 al 1942 fu segretario generale della Biennale di Venezia) – nacque a Roma ma trascorse gran parte della sua vita a Firenze.

E’ noto che fin dal 1913 Giuseppe Ricci Oddi era alla ricerca di un edificio adatto a contenere la sua collezione d’opere d’arte moderna, ma le numerose trattative intraprese per l’acquisto di vari stabili fallirono. Alla fine decise di far costruire a sue spese un edificio sull’area dell’ex convento di San Siro, su terreno offerto dal Comune di Piacenza. Ad occuparsi (gratuitamente) della costruzione, a partire già dal 1924-1925, fu l’architetto Giulio Ulisse Arata. La Galleria costituisce un esempio pressoché unico, in Italia, di architettura museale.

La partecipazione è libera (precedenza ai Soci e ai Clienti della Banca) con prenotazione (relaz.esterne@bancadipiacenza.it – tf 0523 542357).

Iscriviti per rimanere aggiornato!

Compilando i campi seguenti potrai ricevere le notizie direttamente sulla tua mail. Per garantire che tu riceva solo le informazioni più rilevanti, ti chiediamo gentilmente di mantenere aggiornati i tuoi dati.

Radio Sound
blank blank