I tre tenori che dal Po varcarono l’oceano, il 26 maggio al Politeama la proiezione del documentario

I tre tenori che dal Po varcarono l'oceano, il 26 maggio al Politeama la proiezione del documentario

Appuntamento giovedì 26 maggio alle 21, alla Multisala Politeama, per la proiezione del documentario di Giusy Cafari Panico e Corrado Calda “I tre tenori che dal Po varcarono l’oceano”. Il film, realizzato con il sostegno del bando “Piacenza riparte con la cultura”, racconta la storia di Italo Cristalli, Gianni Poggi e Flaviano Labò, ripercorrendone le tappe della carriera che, nonostante il successo ottenuto in ambito internazionale, li vide sempre profondamente legati alla loro città d’origine.

I tre tenori che dal Po varcarono l’oceano

“L’associazione Muselunghe – sottolinea l’assessore Jonathan Papamarenghi – ha compiuto un pregevole lavoro di ricerca, scrittura e montaggio che, grazie alla sinergia con diverse istituzioni e realtà culturali, ci consegna la vicenda artistica e umana di tre grandi nomi della lirica italiana partiti da Piacenza per conquistare i palcoscenici di tutto il mondo. Un tributo sincero e appassionato, supportato da una rigorosa documentazione e dalle testimonianze, tra gli altri, di personalità del calibro di Katia Ricciarelli e Ambrogio Maestri, del tenore Kristjan Johansson e del direttore degli Archivi del Metropolitan di New York, Peter Clark. Ancora una volta, siamo orgogliosi di aver supportato, attraverso il bando “Piacenza riparte con la cultura”, un’opera volta a promuovere e valorizzare un’eccellenza del nostro territorio, che soprattutto tra le generazioni più giovani merita di essere conosciuta e ammirata. I nomi di Cristalli, Poggi e Labò suscitano ancora oggi emozioni autentiche, perché le loro voci hanno scritto un pezzo importante nella storia della lirica ai più alti livelli, portando alto il nome di Piacenza in contesti di straordinario prestigio”.

blank

“Il 26 maggio – chiosano il regista Corrado Calda e Giusy Cafari Panico, autori del lungometraggio – celebreremo la grande lirica italiana e il cuore della Piacenza popolare che ha espresso artisti di straordinario livello, partiti dalle osterie e da un’infanzia umile, che qui tornavano sempre con gioia dopo le estenuanti tournée in giro per il mondo. Alle 9 del mattino si terrà una proiezione gratuita per le scuole, mentre in serata, sempre con ingresso libero, l’evento sarà aperto a tutta la cittadinanza, con la partecipazione dei bisnipoti di Italo Cristalli provenienti da San Paulo del Brasile, dei parenti di Flaviano Labò e di Gianni Poggi e di molti degli intervistati, così come delle realtà liriche e associative che hanno contribuito alla realizzazione del progetto, cui va il nostro ringraziamento sottolineando, in particolare, il sostegno dell’assessorato alla Cultura del Comune di Piacenza, la Fondazione di Piacenza e Vigevano, il cinema Politeama e il Grand Hotel Roma”.

Nel cast, nel ruolo di Italo Cristalli, l’attore di origine piacentina Umberto Petranca, premio Ubu under trenta, unitamente a Francesca Conforti, Ettore Cravedi, Stefano Forlini, Francesco Bussi, Giuseppe Romagnoli, Igor e Ingrid Cristalli, Riccardo e Leonora Poggi, Julius e Carlo Loranzi, Maurizio Sesenna, Giuliana Biagiotti, Carlo Giacobbi, Elio Scaravella, Patrizia Florio, Giusy Bridelli, Silvia Bridelli, Giacomo Bridelli, Emilio Bosoni, Paolo Fiorilli, Paola Gabba, Giulia Labò, Fancesca Farina, Danilo Anelli e Pino Spiaggi. Le musiche originali sono del Maestro Alfonso Di Rosa, Paolo Guglielmetti direttore della fotografia e curatore delle riprese per l’Italia.

“Questo lavoro – conclude Jonathan Papamarenghi – è anche una conferma di quanto sia importante la sinergia tra associazioni, per fare della cultura un vero e proprio patrimonio collettivo”. Oltre alle realtà già citate sono infatti coinvolti, accanto a Muselunghe, gli Amici della Lirica, Tampa Lirica, Famiglia Piasinteina, Fondazione Teatri di Piacenza, Conservatorio Nicolini, Spazio Rosso Tiziano, La Pireina e la sezione locale di Federalberghi.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank