Incinta e coi figli al seguito rubano in un market, tre rom arrestate da un carabiniere fuori servizio

Incinta e coi figli al seguito tentano il furto in un market, arrestate. Protagoniste tre giovani donne di etnia rom, una 23enne, una 22enne e una 21enne, residenti in provincia di Brescia, ma domiciliate in Castel San Giovanni. Dovranno rispondere dell’accusa di tentato furto aggravato in concorso. I carabinieri sono intervenuti, ieri intorno alle ore 19,30 in via Mazzocchi in Castel San Giovanni per la segnalazione di un tentativo di furto commesso ai danni del negozio “Hao-Mei”.

I militari, al loro arrivo, sono accorsi in ausilio al personale di sicurezza del negozio e di un loro collega. Quest’ultimo, infatti, libero dal servizio era all’interno dell’esercizio e aveva appena bloccato le tre giovani donne, tutte in stato interessante.

Le donne erano entrate nel negozio ed avevano rotto le placche antitaccheggio applicate ad alcuni capi di abbigliamento in vendita, per tentare poi di uscire senza pagare il dovuto. Avevano nascosto la merce trafugata all’interno di un passeggino dei figli minori che erano con loro. Il personale di vigilanza ha tuttavia notato i movimenti sospetti. A quel punto ha avvisato il carabiniere da loro conosciuto presente per caso in quel momento. Il militare ha impedito alle donne di farla franca.

Per le tre fermate è scattato l’arresto, e dopo le formalità di rito, sono state accompagnate al loro domicilio. Stamane, però, risponderanno di tentato furto aggravato in concorso.