Klimt: “Benemerenza a chi ha contribuito, dagli operai che lo hanno trovato a chi ha indagato in questi anni”

Il giorno dopo la conferma che “Ritratto di signora” di Gustav Klimt è autentico, c’è una bella euforia in città; una soddisfazione che è destinata a lasciare il segno. Ma una parola in particolare sembra essere all’ordine del giorno di sindaco e assessore alla Cultura: risarcimento.

blank
blank

“Finalmente – dicono infatti Patrizia Barbieri e Jonathan Papamarenghi – il ritrovamento di questa prestigiosa opera, la seconda più ricercata al mondo, risarcisce non solo la galleria d’arte moderna Ricci Oddi, ma l’intera comunità piacentina; e anche tutti coloro che sono affascinati dalla bellezza e dall’arte, in Italia come nel resto del mondo”.

Patrizia Barbieri e Papamarenghi, evidenziano che un po’ di merito va anche all’Amministrazione Comunale; grazie alla scelta della Giunta di dare il via ai lavori manutenzione straordinaria alla galleria d’arte moderna Ricci Oddi.

“E’ stato durante questi interventi straordinari – dicono – che gli operai addetti hanno ritrovato il sacco in plastica contenente la “Signora” trafugata nel 1997”.

“Quando le indagini in corso saranno terminate e l’opera potrà, dopo le eventuali cure ordinarie, ritornare ad essere ammirata in tutto il suo fascino, l’Amministrazione consegnerà una benemerenza a coloro che hanno contribuito in tanti anni di lavoro, al ritrovamento del Klimt; dagli operai che lo hanno ritrovato a chi ha indagato con dedizione e con grande professionalità, senza mai abbattersi al fine di riconsegnare il Klimt alla città, alla cultura e all’arte italiana e internazionale. Dunque – concludono – sarà premiato il grande senso civico di chi ha fatto tanto; tutto questo nel corso di una cerimonia che dovrà avere anche il carattere di una grande festa”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank