Le notti di Santa Chiara: concerti, spettacoli, mostre e performance artistiche e incontri culturali – AUDIO

Le Notti di Santa Chiara, il cartellone di eventi realizzato dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano con la preziosa collaborazione dei tanti protagonisti della cultura piacentina: concerti di artisti nazionali e internazionali, spettacoli teatrali, mostre, performance artistiche e incontri culturali, animeranno un programma variegato, pensato per far rivivere l’antico convento sullo Stradone Farnese e, nel contempo, celebrare i trent’anni di attività della Fondazione.

L’interesse del territorio è tangibile: sono bastati pochi giorni di prenotazione per assicurare il sold out  di due tra gli eventi più attesi: i concerti di Fabio Concato e di Peppe Servillo con il Solis String Quartet. Altrettanto interesse hanno avuto le visite guidate agli spazi dell’ex convento, aperto gratuitamente per cinque fine settimana tra aprile e maggio.

blank

«Santa Chiara sta già diventando uno spazio di riferimento per la cittàe ne siamo felici – sottolinea il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Roberto Reggi –. Celebrarvi il nostro trentennale sottolinea la vocazione a luogo-ponte di questo antico monastero, che dal ricordo del passato, alle emozioni del presente, comincia a mostrare il futuro che lo attende, offrendosi alla città come centro di aggregazione in attesa di diventare spazio di accoglienza per giovani e persone con fragilità».

Le Notti di Santa Chiara: gli eventi fino al 19 giugno

Le Notti di Santa Chiara sono già entrate nel vivo. Il cartellone di eventi messo a punto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano per celebrare i suoi trent’anni di attività, che ha esordito la scorsa settimana con l’emozionante concerto di Joana Amendoeira, propone questa settimana ben quattro appuntamenti. 

Il primo è già sold out: giovedì 16 giugno si terrà l’incontro letterario con DARIA BIGNARDI. Seguiranno venerdì 17 giugno i FREE SPIRITS IN CONCERT, ovvero Markus Stockhausen con Lino Capra Vaccina e Alireza Mortazavi e sabato 18 l’inaugurazione della mostra collettiva OUTSIDER ART/ARTE IRREGOLARE.

Infine, domenica 19 giugno sarà la volta dello spettacolo teatrale con ANDREA PENNACCHI “Pojana e i suoi fratelli” a cura di Teatro Gioco Vita.

Giovedì 16 giugno, ore 21 (sold out)

Chiara Delogu presenta DARIA BIGNARDI

Giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice, la Bignardi ha da poco dato alle stampe per i tipi di Einaudi Libri che mi hanno rovinato la vita e altri amori malinconici, nel quale – partendo dalle passioni letterarie che l’hanno formata – si confessa narrando l’avventura temeraria e infaticabile di conoscere sé stessi attraverso le proprie zone d’ombra. A seguire un concerto che vedrà protagonista la cantante blues bresciana STEPHANIE OCEAN GHIZZONI, in TRIO.

Venerdì 17 giugno, ore 21.30 (ingresso gratuito) 

FREE SPIRITS IN CONCERT 

Evento in anteprima mondiale che vede salire sul palco due leggende della musica contemporanea: il ”poeta del silenzio” e maestro del minimalismo Lino Capra Vaccina, braccio destro di Franco Battiato nei suoi dischi più innovativi; Markus Stockhausen, uno dei più importanti trombettisti viventi, che si muove con agilità tra musica classica, e jazz contemporaneo, insieme ad Alireza Mortazavi al santur persiano, uno degli strumenti più antichi al mondo. Per prenotare si può contattare il numero 0523.311111 e info@lafondazione.com

Sabato 18 giugno ore 18 (ingresso gratuito)

Inaugurazione della mostra collettiva OUTSIDER ART/ARTE IRREGOLARE

“Il senso dei luoghi” è la mostra collettiva a cura di Veronica Cavalloni, Simona Olivieri e Andrea Simonetti: un dialogo tra gli artisti (outsider) di Fuoriserie (Piacenza), Diblu (Milano) e Lapsus (Senigallia) e il pubblico sull’intensa bellezza espressa da mondi fragili. L’esposizione proseguirà fino al 7 luglio.

Domenica 19 giugno, ore 21.30 (ingresso a pagamento) 

ANDREA PENNACCHI in POJANA E I SUOI FRATELLI 

Pojana è il celebre personaggio/imprenditore inventato da Andrea Pennacchi e portato alle luci della ribalta a Propaganda Live, la trasmissione di Zoro su La7. Franco Ford, meglio conosciuto come Pojana, è un avido padroncino veneto e racconta storie dal Nordest. Lo affiancano i suoi “fratelli” (un ex bouncer, un rinomato derattizzatore, il sosia di Walter E. Kurtz di Apocalypse Now e molti altri): una schiera di personaggi forgiati dall’immaginazione dell’attore per essere trasposti sul palco (e anche in un libro edito da People). 

Pennacchi ha iniziato col Teatro Popolare di Ricerca di Padova. Ha composto Eroi, finalista al Premio Off del Teatro Stabile del Veneto. Seguito, nella trilogia della guerra, da Trincee: risveglio di primavera e Mio padre: appunti sulla guerra civile. Ha debuttato nella drammaturgia con Villan People prodotto da Pantakin, poi selezionato al festival Tramedautore del Piccolo Teatro Grassi di Milano e al Premio Fersen per la regia nel 2014. Per anni, con la collaborazione di Arteven, ha ideato e portato in scena una serie di lezioni spettacolo con le quali ha girato le scuole superiori del Veneto. É direttore artistico, di Terrevolute festival della bonifica e della rassegna Odeo days. Ha recitato in tv e per il cinema ha lavorato con Andrea Segre, Carlo Mazzacurati e Silvio Soldini. Per acquistare i biglietti: Teatro Gioco Vita Tel. 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it Nei giorni di spettacolo anche in Santa Chiara dalle ore 19.30 (tel. 337.1059268).

LE NOTTI DI SANTA CHIARA

Il 9 giugno si aprirà dunque la serie di spettacoli in programma, all’insegna del Fado di Joana Amendoeira. Rispetto al cartellone iniziale, che era in fase di definizione, sono da registrare alcune variazioni. Anzitutto la presenza martedì 5 lugliodella piacentina Chiara Tagliaferri, autrice con Michela Murgia del libro “Morgana. Storie di ragazze che tua madre non approverebbe” (Mondadori, 2019), ispirato dall’omonimo podcast della piattaforma Storielibere.fm, di cui ha coordinato i contenuti editoriali; Tagliaferri è autrice di trasmissioni radiofoniche per Rai Radio2 e scrive per le pagine culturali di “Domani” e altre testate e per Mondadori ha appena pubblicato Strega comanda colore romanzo ambientato nella Piacenza della sua adolescenza. Non ci sarà invece Dacia Maraini, che avrebbe dovuto essere ospite la stessa sera.

Da segnalare poi il 20 luglio la festa di mezza estate “Viaggio musicale in Italia lungo la Via Francigena”, con il Gruppo strumentale Enerbia e il Coro Le Rose e le Viole: canti, strumenti e danze, con la partecipazione straordinaria di Adriano Sangineto (arpa celtica e bardica), per una serata che prelude all’edizione 2022 di Appennino Festival nelle valli piacentine.

Tutte le informazioni per prenotare l’ingresso alle serate sono disponibili all’indirizzo web: www.lafondazione.com/santa-chiara. Per info: 0523 311111 e info@lafondazione.com.

LE MOSTRE E GLI EVENTI COLLATERALI. Particolarmente nutrito anche il programma di mostre ed eventi collaterali. Come STREET-ART nel CHIOSTRO: percorso partecipato con l’artista ANTONIO COTECCHIA. Un grande pannello murale sarà realizzato in giugno dagli studenti delle scuole superiori piacentine sotto la guida del pittore e street-artist, in collaborazione con Consulta degli Studenti.

Sabato 18 giugno alle ore 18 sarà inaugurata inSanta Chiara la mostra collettiva Il senso dei luoghi (che proseguirà finoal 7 luglio), a cura di Veronica Cavalloni, Simona Olivieri e Andrea Simonetti. Un dialogo tra gli artisti (outsider) di Fuoriserie (Piacenza), Diblu (Milano) e Lapsus (Senigallia) e il pubblico sull’intensa bellezza espressa da mondi fragili. La mostra è evento collaterale del VII Festival dell’Outsider Art / Arte Irregolare che quest’anno si terrà a Piacenza in autunno a Palazzo Farnese con il titolo “Genius Loci”.

Il 14 luglio è in programma la speciale serata ILLUMINO – concerto di luce a Santa Chiara in collaborazione con Consulta studenti e Associazione Diciottoetrenta: un concerto da vivere nell’atmosfera magica creata da giochi di luci e ombre e dalla diffusione del suono tramite cuffie wireless.

E ancora, dal 9 settembre al 15 ottobre, sarà allestita la grandemostra Prospero Cravedi fotografo Tempi e volti di una comunità, a cura di Paolo Barbaro del Centro Studi e Archivio della comunicazione dell’Università di Parma. Una selezione ragionata degli scatti dell’indimenticato fotografo piacentino di cui in queste settimane è stata offerta un’anticipazione, in occasione dell’apertura di Santa Chiara alle visite guidate gratuite.

VISITE IN SANTA CHIARA. Sono state oltre 1200 le personeche hanno riscoperto gli spazi sullo Stradone Farnese nei cinque fine settimana di visite guidate. Si è chiusa così, con un bilancio sicuramente positivo, l’iniziativa della Fondazione di aprire alla città l’antico convento: 80 gruppi di visitatori, nell’arco di 5 week end, sono stati accompagnati dalle guide di “Atlante” nei locali interni e nell’area esterna del complesso sullo Stradone Farnese, custodi di una storia millenaria. Edificato nel 1229 come convento francescano fuori le mura, comprendente una chiesa dedicata a San Francesco, nel 1336 diventa sede delle Clarisse. Con la comunità monastica, e la chiesa intitolata a Santa Chiara, viene completato il chiostro con archi a sesto acuto. Dopo l’anteprima del dicembre scorso, in occasione del grande spettacolo Voci si silenzio sottile con cui la Fondazione ha dato avvio alle iniziative per il suo trentennale, Santa Chiara si prepara a fare da cornice alle serate d’estate e oltre.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank