È morto Marco Beccari: si è spento il presidente della Bakery Piacenza dopo una lunga malattia

marco beccari

È morto Marco Beccari, imprenditore e presidente/proprietario della Bakery Piacenza. Innamorato della pallacanestro, ha messo il suo nome nella storia del basket italiano e, soprattutto, piacentino nel corso di un decennio. Si è spento all’età di 56 anni a causa di un tumore nella notte tra il 4 ed il 5 marzo: lascia una moglie e due figli.

Il suo legame con la Bakery Piacenza

I primi passi della Bakery Piacenza, e quindi di Marco Beccari, risalgono al settembre del 2011, quando decide di far sbocciare il suo amore per lo sport in un progetto: una squadra. Nasce così la Bakery Basket, un nome che trae origine dalla realtà industriale di Beccari e che, tramite l’acquisizione del diritto del Basket Roveleto, inizia il suo cammino in C1.

blank

Nel 2011-2012 la Bakery acquisisce il diritto del Basket Roveleto, chiede di essere ammessa al campionato superiore e la Federazione approva: la squadra entra nel campionato di Serie C1. In un solo raggiunge la promozione in Serie B (tramite ripescaggio) e potenzia la propria struttura investendo sul Settore Giovanile.

L’anno dopo, nel 2013-2014, la stagione di Serie B si conclude con un grande successo: la Bakery Piacenza entra a far parte del campionato di Serie A2.

Retrocessione e un nuovo inizio

Una volta raggiunto il sogno i biancorossi tornano subito in Serie B, ma grazie all’entusiasmo di Beccari la società riparte con entusiasmo per un solo obiettivo: riprendersi la Serie A2. Contemporaneamente alla prima squadra, la società prosegue la propria crescita anche a livello giovanile, incrementando numeri e qualità. Inizia l’avventura nel massimo campionato under: l’Under 20 Nazionale. A fine anno la prima squadra si qualifica per i playoff, ma esce in semifinale contro Cento.

Nel 2016-2017, parallelamente al percorso di rafforzamento del settore giovanile, la prima squadra esce nuovamente in semifinale playoff contro Omegna, ma l’anno dopo, nel 2017-18, con il ritorno di due vecchie conoscenze biancorosse (Claudio Coppeta in panchina e capitan Rodolfo Rombaldoni in campo), la squadra vince i playoff e ottiene la promozione in Serie A2 alla Final Four di Montecatini.

Di nuovo in Serie B e Federico Campanella

Dopo la grande gioia, Beccari allestisce una squadra molto forte con Marques Green e Andrea Crosariol, ma la stagione non va per il verso giusto e i biancorossi sono costretti a tornare in Serie B. Legnano vince la decisiva gara5 al PalaBakery e condanna i biancorossi ad una nuova retrocessione.

Dopo la stagione fallimentare in serie A2, la Bakery si rituffa in serie B con un organico che vede il ritorno di Roberto Maggio, Santiago Bruno e Duilio Birindelli. Questo trio d’oro, unito alle abilità di Federico Campanella in panchina, porta subito la Bakery ai vertici della Serie B. Nel mese di marzo però, a causa della pandemia globale, la stagione viene interrotta e, successivamente, annullata.

Dopo la pandemia la Bakery riparte, sempre sotto la guida di Coach Campanella, e tra un tampone e l’altro la stagione si conclude con una doppietta da antologia: la Coppa Italia 2021 e la finale playoff contro Livorno che riporta i biancorossi in Serie A2, per la terza volta in 8 anni.

I giocatori e gli allenatori di Marco Beccari

Una serie di giocatori e allenatori passati alla Bakery Piacenza: Furio Steffè, Marco Sodini, Claudio Coppeta, Federico Campanella, Gennaro Di Carlo. E poi, Matteo Soragna, Rodolfo Rombaldoni, Duilio Birindelli, Riccardo Perego, Nazzareno Italiano, Sani Bečirovič, Andrija Žižić, Marques Green, Andrea Crosariol.

Il cordoglio di Paola De Micheli 

“Voglio portare il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia Beccari e a tutta la comunità sportiva della Bakery Basket Piacenza in questo momento di grande dolore. Marco Beccari è stato un amico, un imprenditore di successo innamorato della pallacanestro e della sua città: ci lascia un’eredità importante fatta di passione per lo sport e per i suoi valori più sani. Un abbraccio ai suoi cari”. 

Robert Gionelli

È un giorno triste per Piacenza e per lo sport piacentino. Triste per la nostra città, che con la prematura e improvvisa scomparsa di Marco Beccari perde un innovativo e lungimirante imprenditore, ma triste soprattutto per il mondo sportivo, che da oggi rimane orfano di un dirigente appassionato e grintoso, capace di far crescere una società come la Bakery Basket grazie anche alle sue doti e alle sue competenze manageriali.

Poco meno di un anno fa festeggiavamo la Bakery per la vittoria della Coppa Italia, ennesimo successo sportivo conquistato dalla squadra piacentina sotto la spinta propulsiva del Presidente Beccari. Oggi salutiamo questo appassionato dirigente, ringraziandolo per aver contribuito a far crescere non solo la pallacanestro, ma tutto il mondo sportivo piacentino. A tutti i famigliari di Marco le nostre più sentite condoglianze.

Il sindaco Patrizia Barbieri

“La notizia improvvisa della prematura scomparsa di Marco Beccari, imprenditore lungimirante e coraggioso e straordinario uomo di sport, leale e generoso, è un dolore profondo che lascia un vuoto enorme nella nostra comunità. A lui mi univa un legame sincero di stima reciproca. In una preziosa e costante collaborazione per il bene della nostra amata città”.

“Abbraccio, con immenso cordoglio, la sua famiglia e i suoi cari, rivolgendo a loro, anche a nome dell’assessore Stefano Cavalli e di tutti i colleghi di Giunta, le più sentite condoglianze e la mia vicinanza”.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank