Università Cattolica, la mostra MIPS tra nuove tecnologie e informazione. Inaugurazione il 16 marzo

MIPS
Piacenza 24 WhatsApp

Università Cattolica, la mostra MIPS esplora il trait d’union tra nuove tecnologie e informazione. L’esposizione di arte contemporanea, promossa dal Centro pastorale dell’Ateneo e curata dagli studenti, sarà inaugurata Giovedì 16 marzo alle 17.30 alla presenza dell’assistente ecclesiastico generale monsignor Claudio Giuliodori.

Sempre il 16 marzo sarà inaugurata anche la mostra “Proclamata dal Vangelo all’Evangelario”, dell’artista Giovanni Alberti.

Sbarca anche a Piacenza la mostra MIPS, Mega Informazione per Secondo. Tra infodemia e infosofia

Un evento che viene inaugurato, giovedì 16 marzo, alle 17.30, nel campus dell’Università Cattolica alla presenza dell’assistente ecclesiastico generale, monsignor Claudio Giuliodori, con l’installazione dell’opera August 2008 dell’artista Rä Di Martino. L’esposizione collettiva, nell’ambito del progetto Itinerari di arte e spiritualità che comprende i lavori di diciotto artisti contemporanei, coinvolge tutte le sedi dell’ateneo con l’obiettivo di rendere omaggio all’Università e ai suoi studenti passati, presenti e futuri. 

Per l’edizione di quest’anno, il lavoro degli studenti-curatori ha esplorato il trait d’union tra le nuove tecnologie e l’informazione. Il titolo della mostra, preso in prestito dall’ambito dell’informatica, fa riferimento all’unità di misura della velocità con cui un computer processa le informazioni: MIPS (million instructions per second). Partendo da questa definizione che ben esemplifica la sovrabbondanza di informazioni del nostro tempo, si è sviluppata la riflessione fulcro della mostra.

Casa di Cura

Itinerari di arte e spiritualità è un progetto che, dal 2017, ogni anno dà vita a una esposizione di arte contemporanea negli spazi dell’Università Cattolica, coinvolgendo come curatori gli studenti dell’ateneo, grazie alla sinergia tra il Centro pastorale, coordinato da Padre Enzo Viscardi, e il Dipartimento di Storia, Archeologia e Storia dell’arte, con le docenti Elena Di Raddo, Bianca Trevisan e Michela Valotti. Gli studenti che hanno curato la mostra hanno coinvolto diciotto artisti: Angelo Accardi, Afran, Luisa Anastasia, Paola Bazz, Federico Caputo, Maya Libera Castellani, Francesco De Molfetta, Rä Di Martino, Irene Dionisio, Manuela Granziol, Militon Manetas, Vincenzo Marsiglia, Stefano Mattozzi, Diego Randazzo, Andrea Stefanelli, Marco Tamburro, Carloalberto Treccani, Nicola Verlato.

L’evento si terrà alle ore 17.30 presso la sede di via Emilia Parmense 84, presso l’atrio d’onore. Alla stessa ora si terrà anche l’inaugurazione della mostra “Proclamata dal Vangelo all’Evangelario”, dell’artista Giovanni Alberti.

Radio Sound
blank blank