Operaio morto a Chiavenna Landi, tre indagati per omicidio colposo

Vende un Rolex sulla parolaProcesso

Operaio morto a Chiavenna Landi. Ci sono tre indagati nel fascicolo della procura della Repubblica di Piacenza. Parliamo dell’incidente avvenuto nel pomeriggio del primo maggio e costato la vita a un operaio bergamasco di 50 anni, Alessandro Zigliani.

L’uomo stava lavorando alla dismissione di una struttura agricola quando una trave di cemento lo ha travolto. Le tre persone sono indagate per omicidio colposo e lesioni colpose.

Domani, inoltre, si terrà all’ospedale di Parma l’autopsia sulla salma della vittima.

L’uomo, originario di Bergamo, si trovava in cima a un ponteggio. Era impegnato insieme a un collega nella demolizione di una struttura agricola. Improvvisamente, per motivi ancora da chiarire, si è staccato un blocco di cemento che ha travolto l’operaio.

Il collega ha subito chiamato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 con ambulanza e automedica. Le condizioni del 50enne sono apparse però subito molto gravi e sul posto è stato richiesto l’intervento dell’eliambulanza.

L’elicottero ha condotto il ferito al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Parma. Poco dopo l’arrivo, però, il 50enne è deceduto. Un tragico evento avvenuto proprio il 1 maggio, mentre in tutta Italia si focalizzava l’attenzione sul tema della sicurezza sul lavoro.