Saltavano le liste d’attesa per i passaporti grazie a un’agenzia viaggi, denunciata la titolare

Giuramento a Piacenza il 26 luglio del 212° Corso per Allievi Agenti della Polizia di Stato
Piacenza 24 WhatsApp

All’esito di una rapida attività investigativa, la Squadra Mobile della Questura di Piacenza ha denunciato la titolare di un’agenzia di viaggi piacentina, accusata di aver avviato una attività illecita finalizzata alla prenotazione degli appuntamenti per il rilascio del passaporto da parte della Questura di Piacenza, per conto di terzi cittadini.

Nel corso degli ultimi mesi, il personale della Divisione P.A.S.I. – Ufficio Passaporti ha notato che numerosi cittadini riuscivano inspiegabilmente a ottenere appuntamenti per il rilascio del passaporto in tempi ravvicinatissimi, bypassando di fatto l’organizzazione dell’Ufficio e utilizzando l’Agenda ministeriale di prenotazione.

In fase di consegna del passaporto, il personale preposto ha verificato che le pratiche che risultavano “accelerate” seguivano un preciso schema. Gli addetti al servizio hanno informato pertanto i colleghi della Squadra mobile che hanno nell’immediatezza investigato su quanto accertato in sede amministrativa.

Secondo quanto ricostruito con le indagini, la titolare dell’agenzia aveva avviato all’interno della propria attività una parallela attività di prenotazione degli appuntamenti per il rilascio di passaporti a favore di terzi, dietro il pagamento di una cifra pari solitamente a 20 euro.

Chi si rivolgeva alla donna poteva infatti ottenere in tempi brevissimi un appuntamento per il rilascio del passaporto, verosimilmente prenotato dalla stessa con generalità e SPID di altre persone e quindi sostituendo in un momento successivo le generalità degli utenti utilizzate per introdursi nel sistema di prenotazione on line, con le generalità del cliente pagante.

La donna deve rispondere ore di interruzione di pubblico servizio, esercizio abusivo di professione e falsa attestazione a pubblico ufficiale.

Radio Sound
blank blank