Piacenza Baseball, Minoia: “il futuro presenta tantissimi punti interrogativi” – AUDIO

piacenza baseball

Le parole di Danilo Minoia, vicepresidente del Piacenza Baseball

blank

Tra gli sport a cui il coronavirus non ha dato nemmeno una boccata d’ossigeno dobbiamo sicuramente segnalare il baseball.
Si perché se pensiamo a calcio, basket, volley, ma anche a nuoto, rugby, ciclismo, le stagioni sportive avevano preso il lancio ed alcune stavano entrando nella loro fase clou. Mentre il baseball non ha potuto nemmeno iniziare l’attività, facendo segnare un stop che dura da settembre 2019 e che rischia di protrarsi oltre l’anno di pausa.

La società biancorossa, nella figura del proprio vicepresidente Minoia, ha parlato con RadioSound del difficile momento che sta vivendo

Come avete vissuto questo momento in casa Piacenza Baseball?

“In maniera diversa dagli altri. Tutti gli sport di squadra hanno vissuto lo shock a metà stagione, mentre noi eravamo nella pre-season. Ad inizio virus lo speranza era quella di iniziare, seppur con un pizzico di ritardo, ma con il proseguire della pandemia la data di partenza è scivolata verso il 14 giugno, anche se l’impressione generale è che non sia ancora definitiva. Temiamo un altro rinvio”.

Il derby con Codogno (14 giugno) rischia il posticipo?

“C’è un grande punto interrogativo. I protocolli hanno determinato un’apertura, ma un’ulteriore complicazione sia a livello economico che di responsabilità a carico delle società. Siamo dilettanti, per cui assumersi queste responsabilità così serie diventa molto difficile. Inoltre riprendere il campionato complica ulteriormente le cose.
C’è tanta voglia di ripartire, ma allo stesso tempo altrettanti dubbi”.

Il futuro del baseball

“Questo è un altro punto di domanda. Mettere insieme un budget è faticoso, e quindi l’auspicio è quello di farcela. Tutto il movimento non pensa solo al presente, ma anche al 2021. Ci sarà un grosso ridimensionamento e sarebbe già un traguardo pensare di iscriversi con quello che si ha”.

Un forte rischio di ripartire a porte chiuse

“Lo sport senza pubblico non è la stessa cosa. Noi non siamo di interesse nazionale, però abbiamo la nostra cerchia di fans che ci aiuta a realizzare i nostri progetti. Anche questo sarebbe penalizzante, ma credo che la riapertura ai tifosi sarà lontano. Ora come ora però non la vedo come una priorità, e sarebbe già un grande traguardo presentarsi a Codogno per giocare questo derby a cui teniamo tanto”.

L’intervista completa a Danilo Minoia, vicepresidente del Piacenza Baseball

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank