Pianello saluta il Valtidone Wine Fest tra tradizione e buon vino

“Si completa e conclude un mese importante per la Val Tidone e per una delle sue tante eccellenze, la produzione vitivinicola che con questa rassegna puntiamo a valorizzare ben al di fuori dei nostri confini. E’ un impegno che condividiamo come amministrazioni insieme ai produttori e con il fondamentale sostegno di sponsor, associazioni e volontari da molti anni e continueremo a farlo in futuro certi che il Valtidone Wine Fest crei valore per il nostro territorio e la nostra comunità”. Così il sindaco di Pianello Val Tidone, Gianpaolo Fornasari, ha aperto la quarta e ultima tappa della rassegna vitivinicola che attraversa il mese di settembre da Borgonovo Val Tidone a Ziano Piacentino, da Alta Val Tidone a, appunto Pianello dove si unisce alla tradizionale Sagra di San Maurizio.

blank

La pioggia dei giorni precedenti e il clima decisamente più fresco non hanno rallentato la voglia di stare insieme e di conoscere e degustare i vini delle 24 cantine ed aziende vitivinicole della zona che, insieme ai 16 produttori di specialità culinarie locali, hanno accolto, nella cornice di Piazza Madonna, centinaia di ospiti e visitatori dalla mattina fino al fare della sera. Focus come da tradizione sul vino gutturnio, il re dei rossi del territorio piacentino, e più in generale sui vini frizzanti abbinati alle proposte gastronomiche locali, dal batarò ai pisarei, dal riso ai salumi, e molto altro.

“Da 14 anni – ha sottolineato il vice sindaco Simone Castellini – l’Associazione Pianello Frizzante, con Dionisio Genesi e Gianni Gualdana, lavora per promuovere i nostri produttori vitivinicoli con ottimi risultati e, da 13 anni, l’impegno nel Valtidone Wine Fest ci permette di unire e valorizzare la vallata e le sue eccellenze. Ringrazio a nome dell’Amministrazione tutti coloro che permettono il successo di questa rassegna, a partire dagli sponsor, i volontari e dipendenti comunali insieme ai quali con questo evento concludiamo un’estate che, grazie alla collaborazione di oltre 30 associazioni, mette in calendario più di 40 appuntamenti culturali e di divertimento per i residenti, i villeggianti e i turisti di Pianello”.

La rassegna si è aperta, come da tradizione, dal corteo degli sbandieratori della contrada di Porta a Palagio del comune di Cerreto Guidi, con cui Pianello ha stretto un gemellaggio dal 1968. “Il gemellaggio è legato alla Santa Liberata, che per noi pianellesi significa in particolare Rocca d’Olgisio”, ha sottolineato il Sindaco Fornasari, ricordando come sia stato “Monsignor Ghizzoni, storico vescovo di San Miniato ma originario di Pianello a favorire questa unione tra i nostri territori e per la quale ringrazio gli amministratori del comune toscano”. Presente a Pianello ad accompagnare gli sbandieratori l’Assessore di Cerreto Guidi, Moreno Costagli, che ha espresso il grande orgoglio e la piena soddisfazione per questo decennale gemellaggio tra i due comuni.

blank

Il corteo e le esibizioni degli sbandieratori sono stati accompagnati dalla folla che ha animato sempre più numerosa la giornata tra i banchi della tradizionale Fiera di San Maurizio e gli altri eventi della due giorni di festa dedicata al patrono, tra mostre, esposizioni, musica, i mercatini degli hobbisti e artigiani, di Pianello Sbaracca, senza dimenticare gli stand della Pro Loco che hanno sfornato per tutto il giorno i piatti della tradizione.

Il Valtidone Wine Fest ha chiuso con l’evento di Pianello la sua tredicesima edizione promossa dalle amministrazioni di Borgonovo Val Tidone, Ziano Piacentino, Alta Val Tidone e Pianello Val Tidone con il sostegno della Banca di Piacenza e delle cantine sociali, Cantina Valtidone e Cantina di Vicobarone.

blank

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank