Placentia Half Marathon in versione virtuale, Diego Guerriero: “Correrò la mezza maratona con un Dae di Progetto VIta” – AUDIO

Placentia Half Marathon in versione virtuale

Nella settimana dal 3 al 9 Maggio 2021 è in programma, in versione “virtuale”, la Placentia Half Marathon. Le restrizioni anti Covid non consentono lo svolgersi in sicurezza della manifestazione sportiva, ma gli organizzatori Alessandro Confalonieri e Pietro Perotti non hanno voluto lasciare i tanti appassionati senza uno stimolo creando un’alternativa curiosa e valida. 

blank

Gli amanti delle camminate possono, dal 3 al 9 Maggio, camminare ogni giorno (i km sono a scelta) fino a raggiungere l’obiettivo di 10 o 21 km e 097 metri. In particolare registrando i loro progressi grazie al gruppo STRAVA “PHM”. Invece gli sportivi amatori e agonisti sono impegnati a percorrere le due distanze in un’unica soluzione e registrare il loro tempo grazie all’app TDSLive. 

Iniziativa benefica

Il devoluto dell’iscrizione, effettuabile sul sito www.placentiahalfmarathon.org , sarà donato a scelta dell’iscritto a UNICEF o PROGETTO VITA Piacenza per l’acquisto di nuovi defibrillatori nel progetto “vigiliamo il cuore della tua città”. Si tratta di un’iniziativa importante per permettere in questo modo una maggior copertura territoriale dei dispositivi che, in caso di necessità su soggetti colpiti da infarto, possono ridurre drasticamente il pericolo di morte o di gravi danni se usati in tempi rapidi.

Diego Guerriero del progetto benefico Tandem Volante. Io cosa farò? Naturalmente il 9 maggio, data comune per chi vorrà “sentire” un pò l’atmosfera da gara, correrò la mezza maratona col mio inseparabile zaino contenente un DAE (defibrillatore automatico esterno))di Progetto Vita. Uno strumento che unito all’app DAERespondER mi permette di poter intervenire in caso di necessità. E in memoria delle edizioni corse fisicamente in passato, terminerò il percorso in Piazza Cavalli. Vi aspetto per partecipare e fare del bene uniti, ma distanti. Inoltre per fare il tifo a tutti gli amici che dal 3 al 9 maggio sceglieranno di correre con noi.

Versione “virtuale” della Placentia Half Marathon, Diego Guerriero: “Correrò la mezza maratona con un Dae di Progetto VIta” – AUDIO

Diego Guerriero e Progetto Vita

Il momento storico mette in ombra problemi di salute che, ogni anno, provoca molti più morti o conseguenze sanitarie gravi del Covid. Conseguenze fatali o fisiche forse evitabili se ci fosse, su tutto il territorio nazionale, la diffusione dei dispositivi necessari e il minimo di formazione che ogni cittadino può auspicare ad ottenere. 

I problemi cardiocircolatori, che possono evolvere in un infarto del miocardio, colpiscono un ampio range di persone, per patologie o per un errato stile di vita. Tutti noi possiamo auspicare a saper usare un semplice defibrillatore automatico e a non temerne l’utilizzo grazie a facili corsi di formazione o, semplicemente, seguendo la voce guida di cui questi apparecchi sono dotati.

Progetto Vita, le iniziative di Diego

Da anni Progetto Vita si impegna a promuovere questo messaggio e a distribuire DAE (nome tecnico per indicare i defibrillatore automatico esterno) su tutto il territorio nazionale. Soprattutto nella città dove ha visto muovere i suoi primi passi, Piacenza.

Oggi nel diffondere l’obiettivo di Progetto Vita si affianca anche Diego Guerriero. In particolare si tratta di uno sportivo di livello amatoriale nelle discipline di corsa in montagna e lunghe distanze in bicicletta, che ha deciso di allenarsi portando sempre con sé un DAE col quale potrà intervenire, in caso di necessità, grazie all’app DAE respondER. App che, grazie alla collaborazione incrociata con la centrale del 118, avvisa di eventuali interventi possibili se rileva nelle vicinanze dell’intervento stesso un cellulare su quale è stata scaricata e attivata.

Tandem Volante

Diego non è nuovo ad iniziative mirate nell’impegno sociale, che sia nell’incoraggiare a diventare donatori di sangue per AVIS o a portare avanti il personale progetto, denominato IL TANDEM VOLANTE. Un impegno importante che segue con la moglie Cassandra per ampliare le possibilità di integrazione e sport dei ragazzi disabili grazie all’uso dei tandem. Oggi si sta già allenando con l’inseparabile DAE e nelle prossime settimane parteciperà alla gara di corsa in montagna di 125 km denominata the abbots way (la via degli abati) da Bobbio a Pontremoli, per poi partecipare alla Virtual Placentia Marathon.

Nelle settimane successive gli allenamenti proseguiranno i in bicicletta in vista della sua partecipazione alla manifestazione NorthCape4000 a fine luglio. Si tratta di un viaggio in bici da Rovereto a Capo Nord nel minor tempo possibile e senza supporto. Ogni chilometro di allenamento non sarà fine a se stesso, ma anche a dare un ulteriore servizio di cardio protezione nella nostra provincia portando ovunque la mission di Progetto Vita.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank