Smog, proseguono le misure aggiuntive: dal primo gennaio stop anche ai diesel Euro 5 in emergenza

Livelli di Pm10 oltre i limiti
Piacenza 24 WhatsApp

Nessuna tregua di Capodanno per l’emergenza smog, che l’odierno bollettino Arpae di previsione e controllo conferma per Piacenza come per le province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara e Ravenna. Proseguono, così, le misure emergenziali di contrasto all’inquinamento previste dal Piano aria integrato regionale, anche se con alcune distinzioni legate all’entrata in vigore, dal nuovo anno, del sistema Move In.

Nella giornata di sabato 31 dicembre, riguarderà i mezzi diesel sino alla categoria Euro 4 compresa il divieto di circolazione che già coinvolge i mezzi a benzina sino alla tipologia Euro 2 inclusa, benzina/gpl o benzina/metano pre Euro e Euro 1, diesel sino alla categoria Euro 3 compresa, ciclomotori e motocicli a due tempi pre Euro e Euro 1. Il provvedimento si estenderà, domenica 1 e lunedì 2 gennaio, anche ai diesel Euro 5, che dal 2023 saranno oggetto di limitazioni in caso di emergenza.

Si confermano, accanto alle restrizioni inerenti al traffico, le misure riguardanti l’abbassamento delle temperature medie di riscaldamento fino a un massimo di 19°C nelle abitazioni private e 17°C negli spazi commerciali e ricreativi, il divieto di combustione all’aperto di qualsiasi tipologia (falò, barbecue, fuochi d’artificio) e, in presenza di impianti alternativi, il divieto di utilizzo delle biomasse per riscaldamento domestico, in caso di classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore alle quattro stelle. Tale limitazione non si applica in ospedali e case di cura, scuole e luoghi che ospitano attività sportive. Contestualmente, sarà in vigore il divieto di spandimento di liquami zootecnici, con la sola eccezione delle tecniche basate sull’interramento immediato e iniezione diretta al suolo.

Radio Sound
blank blank