Sciopero a Ikea, Cgil: “San Martino vuole modificare elementi del contratto nazionale”

blank
Piacenza 24 WhatsApp

E’ ancora sciopero a Ikea, Piacenza. A dichiararlo la Filt Cgil per il cambio appalto che riguarda circa 150 lavoratori del deposito 1. A fine giugno era stato dichiarato un primo sciopero, poi sospeso per un mese nel corso del quale erano decollate le trattative tra parti sociali, Ikea e cooperativa San Martino. Ieri, martedì 4 agosto, i lavoratori hanno deciso di riattivare la protesta per lo stallo delle trattative.

“La scrivente FILT CGIL di Piacenza – si legge nella nota inviata all’Ispettorato territoriale del lavoro – richiede la convocazione di un tavolo di confronto. Il cambio appalto avverrebbe dal 1 settembre 2020 fra la Cooperativa Sigma (uscente) e la Cooperativa San Martino (subentrante). La motivazione della richiesta è che il soggetto subentrante chiede di negoziare alcuni elementi che sono a nostro avviso indisponibili, bloccando di fatto il confronto che deve necessariamente concludersi entro il 31 agosto 2020 con la definizione di un Verbale di cambio appalto”.

Radio Sound
blank blank