Spaccio di droga a Fiorenzuola, sei arresti. Anche minorenni tra i clienti

Blocca un giovane per strada, Ricettazione

Spaccio di droga, maxi operazione dei carabinieri e sei arresti. Il blitz è scattato questa mattina, alle prime luci dell’alba. Nello specifico, a entrare in azione, sono stati i militari della compagnia di Fiorenzuola, coordinati dalla procura. Le accuse sono di “spaccio di sostanze stupefacenti in concorso”. Gli arrestati si trovano ora agli arresti domiciliari.

L’indagine, condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Fiorenzuola è durata da giugno a settembre 2018. Tutto è iniziato con il controllo di un giovane fiorenzuolano che, sorpreso alla guida della sua auto in possesso di marijuana, ha spiegato alla pattuglia di averla acquistata poco prima da alcuni coetanei di Fiorenzuola.

L’inchiesta ha permesso di fare luce su un “emergente sodalizio di giovani fiorenzuolani che mirava alla gestione e controllo della locale piazza di spaccio, cedendo hashish e marijuana a giovani assuntori, talvolta minorenni”. Così si legge in una nota dei carabinieri.

Le operazioni effettuate hanno portato alla denuncia di dieci persone, di cui una minorenne di anni 17. Inoltre hanno consentito di definire la struttura, le posizioni di vertice e i ruoli dei membri nell’ambito di un gruppo malavitoso ben organizzato. Infine i militari hanno potuto ricostruirne le dinamiche con cui il gruppo operava e gestiva la sua “piazza” di spaccio.

Un’attività di spaccio avviata in prossimità di parchi giochi del centro abitato di Fiorenzuola che aveva creato un forte allarme tra gli abitanti della zona.

Nel corso dell’operazione uno dei sei indagati, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato colto in possesso di 100 grammi circa di marjuana, occultati in uno zainetto. E’ stato pertanto arrestato anche per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.