Superlega – La Gas Sales Piacenza si fa rimontare e torna da Verona con un solo punto

gas sales piacenza

La Gas Sales Piacenza torna da Verona con un punto, frutto della sconfitta 3-2 per mano di Verona che arriva al termine di una gara durata oltre due ore, in cui i biancorossi si sono trovati avanti due volte ma non sono riusciti a chiudere l’incontro. Nonostante la sconfitta Piacenza muove comunque la classifica e mantiene intatte le possibilità di chiudere al quinto posto il girone di andata.

Gli ultimi controlli permettono a Bernardi di essere regolarmente in panchina mentre Russell deve ancora fare i conti con l’isolamento e non è disponibile, così il tecnico schiera Brizard in regia, Lagumdzija opposto, Holt e Caneschi centrali, Recine e Rossard di banda con Scanferla libero.

La cronaca

Si parte nel segno della Gas Sales Piacenza, che guadagna subito un paio di punti di vantaggio con l’attacco che funziona a meraviglia. Verona non si arrende, ma Lagumdzija e Caneschi a muro consegnano ai biancorossi il 16-13. A questo punto la formazione di Bernardi è brava a piazzarsi su un piano inclinato fino al definitivo 25-18 opera di Stern, appena entrato per il servizio e capace di chiudere con un ace. La strada però torna in salita non appena si cambia campo e fino al mani-out di Recine che segna il 14 pari sul tabellone la partita è in assoluto equilibrio. Poi è sufficiente un’imprecisione in ricezione per consentire agli Scaligeri di allungare grazie a un ottimo Mozic: 18-15. Piacenza rimane aggrappata alla frazione ma non riesce più a raggiungere i padroni di casa; ci arriva a un passo, risalendo fino al 21-22 e quindi al 22-23 con un’impressionante lungolinea di Lagumdzija, ma il solito Mozic chiude la seconda frazione 25-22.

Un attimo per riordinare le idee e sul terreno di gioco torna la Piacenza della prima frazione. Stavolta in casa biancorossa è tutto ancora più semplice perché il 10-5 di Lagumdzija lascia intendere che la Gas Sales Bluenergy viaggia a velocità doppia. La squadra di Bernardi non rallenta mai il ritmo e il muro di Brizard porta gli ospiti avanti 19-11 dopo pochi minuti; ormai è chiaro che il set si fermerà alla stazione biancorossa e il 2-1 arriva alcuni istanti dopo.

Sembra una gara ad elastico, un set domina Piacenza quello successivo tocca ai padroni di casa scappare nel punteggio. Nel quarto è Verona ad approcciare meglio, gli ospiti commettono anche un paio di errori e per gli Scaligeri arriva l’11-7. La Gas Sales non riesce a recuperare, il gap piano piano si amplia fino al 21-15 che è il prologo del tie break. Questa volta non prosegue l’alternanza al comando, è Verona che parte bene e con Mozic guadagna il 5-2. I biancorossi non riescono più a recuperare, arrivano al massimo a un paio di lunghezze di distanza ma alla fine cedono 15-10.

Maxwell Holt, centrale Gas Sales Piacenza

“Questa sera non abbiamo preso il ritmo ed è stata una partita discontinua. Invece di sfruttare il nostro bellissimo terzo set, nel quarto non siamo stati sufficientemente aggressivi. Dobbiamo lavorare ancora di più, riprenderci e andare avanti. Torneremo a lavorare in previsione della prossima partita fra tre giorni con Vibo, ma serve più continuità”.

VERONA VOLLEY-GAS SALES BLUENERGY PIACENZA 3-2

(18-25, 25-22, 15-25, 25-20, 15-10)

Verona Volley: Vieira De Oliveira 0, Magalini 7, Aguenier 9, Qafarena 1, Mozic 25, Cortesia 8, Donati (L), Bonami (L), Zanotti 0, Jensen 16, Nikolic 1. N.E. Asparuhov, Wounembaina, Spirito. All. Stoytchev.

Gas Sales Bluenergy Piacenza: Brizard 7, Rossard 13, Holt 11, Lagumdzija 28, Recine 9, Caneschi 5, Catania (L), Stern 1, Scanferla (L), Antonov 0. N.E. Tondo, Cester, Pujol. All. Bernardi.

Arbitri: Luciani, Piana

Note – durata set: 26′, 30′, 27′, 25′, 18’; tot:129 ‘.

Spettatori: 707. MVP: Jensen.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank