Tensioni nelle scuole di Monticelli e Caorso, Gilda Insegnanti: “La Lega interpelli il ministero, non la Regione”

scuola Piacenza 15 settembre
Piacenza 24 WhatsApp

“La vicenda che sta interessando l’Istituto Comprensivo di Monticelli d’Ongina e Caorso, testimonia ancora una volta che la politica deve provvedere a dare nuovo impulso all’ufficio che si occupa della gestione dei dipendenti che svolgono la mansione di dirigente scolastico”. Lo sostiene la Gilda Insegnanti Piacenza e Parma, intervenendo sul clima di tensione che da settimane vede contrapposti insegnanti e dirigenti scolastici nelle due scuole. Nella nota è chiaro il riferimento all’intervento di Matteo Rancan, consigliere regionale della Lega, che ieri ha chiesto l’intervento della Regione.

“A tal proposito dagli esponenti della Lega, parte politica alla quale è affidata la guida del Ministero dell’Istruzione e del Merito, molti si aspettano una discontinuità rispetto alla passata gestione a guida Pd, ma per adesso nulla è cambiato”.

“La Regione, fortunatamente dal nostro punto di vista, non ha nulla a che vedere con la gestione della Scuola Statale quindi il suo coinvolgimento nella vicenda dell’Istituto Comprensivo di Monticelli è un qualcosa di poco utile. Gli esponenti nostrani della Lega anziché interrogare la Regione dovrebbero agire presso il Ministero affinché qualcosa cambi nella sua articolazione locale, l’Ufficio Scolastico Regionale, al cui interno c’è “l’ufficio IV” sotto la cui competenza ricadono i dirigenti delle scuole del territorio, una parte dell’amministrazione alla quale urge dare un cambio di passo”.

“Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza, ricorda ai politici che “Nel territorio dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Parma e Piacenza (ex provveditorato) operano circa 13.000 persone tra docenti e addetti vari, che con le loro famiglie sono anche cittadini elettori, molti sono scontenti dell’immobilismo politico e tra poco dovranno esprimere la loro preferenza in occasione delle elezioni europee”.

Radio Sound
blank blank