Vacanza in moto: cosa portare

Riprende il ciclo primaverile e riprendono quelle vecchie, eterne e rassicuranti abitudini cui mai rinunceremmo, neppure in periodi travagliati.

Il bel tempo ritorna a fare capolino e le temperature, dopo un inverno freddo decisamente, sono più miti e, gradualmente, compatibili con gite e uscite a prendere un po’ di sole.
Questa è la congiuntura migliore per iniziare delle gite fuori porta in moto perché è proprio il motociclista che si esprime al meglio in queste situazioni, non attendendo altro che inforcare la due ruote ed andare ad esplorare altri percorsi, se non tornando a riprenderne di conosciuti.

Il motociclista tipo è già attrezzato, anzi non da ora ma da ben prima di primavera si è attrezzato con nuovi accessori, ha revisionato il veicolo, ha verificato tutti i parametri della sua motocicletta ed ha messo mano a qualche modifica, ove necessaria.
Eppure ogni anno tornano le stesse domande che affollano la mente del motociclista, in specie se in coppia: “cosa portare nello zaino?”, le teorie si sprecano e sicuramente la praticità e lo sviluppo di accessori sempre più sofisticati pone delle comodità ma anche delle necessità.

Ad esempio, i molti “device” che richiedono alimentazione elettrica e quindi stazioni di ricarica con prese elettriche ed opportuni contenitori che impediscano esposizione ad agenti atmosferici e polveri o fango.

Ma la domanda principe rimane la stessa: “la mia assicurazione moto è ancora in vigore? Sta per scadermi la vecchia? Magari è ora di cambiarla. Mi tengo quella che ho?”.

Il quadro legale dell’assicurazione moto non è diverso, ricordiamolo, da quello che lega le automobili.
Certamente la prima cosa da verificare è se l’assicurazione moto sia ancora valida o, al contrario, non sia scaduta o in scadenza e poi dare un occhio alle novità nel settore, fattore che può permettere una valutazione diversa circa il rinnovo della propria situazione contrattuale.
In specifico, però, al motociclista ha dato pensiero la questione, non propriamente di dettaglio, dell’obbligo assicurativo anche in presenza di veicoli fermi ma operativi e, quindi, pronti all’uso; molti centauri hanno l’abitudine di usare la moto in una fascia stagionale lasciando la moto in garage nei periodi più difficili per il Meteo.
Questo ha creato un mercato di assicurazioni sospendibili aventi una stipula annuale ma con durata stagionale, all’interno dello stesso anno solare.
In merito ci sono state delle vicende relative alla Giustizia Europea che hanno fatto presagire ad un cambio di normativa ma, a tutt’oggi, vi sono dei dubbi applicativi in merito alla Sentenza della Corte Europea “de quo”.
Allianz Direct, alla luce della normativa vigente, continua a regalare al mondo dei motociclisti la sua assicurazione stagionale, come da tradizione.
Moto Free è il pacchetto assicurativo che permette di accedere ad una assicurazione sospendibile i cui effetti contrattuali si possono, appunto, interrompere anche più di una volta all’anno, purché non si superino i 12 mesi complessivi.

La novità rimane che le procedure di riattivazione e sospensione sono completamente gestibili dall’utente tramite la propria area utenti online, in modo semplice e, cosa importante, gratuitamente e senza costi di sospensione e riattivazione.
Allianz Direct continua il suo lavoro dalla parte dei motociclisti, per la semplificazione contrattuale e con la massima chiarezza possibile, con un equilibrio tra costi e garanzie che continua a porne il marchio ai vertici del gradimento.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank