Vini, cibi, olio e buslàn sbancano a Nibbiano per il Valtidone Wine Fest

blank

Dodici edizioni e ancora tante novità per DiTerreDiCibiDiVini a Nibbiano; a partire dal nome, che quest’anno ha aggiunto il suffisso “di oli”. La terza tappa del Valtidone Wine Fest a Nibbiano, ha infatti aggiunto ai vini e ai cibi locali anche l’olio. E.V.O. della Val Tidone. Un evento, con un ricchissimo programma, che ha sconfitto anche il maltempo che si è abbattutto anche nelle zone limitrofe risparmiando la rassegna in Alta Val Tidone.

blank

“Come per altre manifestazioni – ha detto il vicesindaco Andrea Aradelli, durante il taglio inaugurale del nastro – la rassegna di oggi riveste una duplice importanza: oltre che vetrina per i produttori e il territorio, è un evento che rappresenta la ripartenza dopo i momenti più drammatici della pandemia. Desideriamo considerare questo evento come un nuovo e forte segnale di speranza e fiducia. Se oggi siamo qui a celebrare questa manifestazione, dobbiamo ringraziare le Pro Loco e tutti i volontari, le associazioni, gli uffici comunali, i partner e gli sponsor, a cominciare dalla Banca di Piacenza e dalle cantine sociali del territorio, Valtidone e Vicobarone”.

Il Sindaco Franco Albertini, nelle vesti di consigliere delegato della Provincia di Piacenza, dopo aver portato i saluti del Presidente Patrizia Barbieri, ha ricordato, “pur nei limiti imposti dalla riforma Del Rio, il costante impegno dell’amministrazione provinciale nel sostenere le iniziative e i comuni attivi nella promozione del territorio e dei prodotti di eccellenza che non hanno nulla da invidiare a nessuno”.

Per tutto il giorno Nibbiano e il suo centro storico hanno rappresentato un mercato a cielo aperto con le 23 cantine e aziende vitivinicole che hanno offerto in assaggio i propri vini, in particolare i passiti. E, a proposito di dolci, per la quarta volta, il Valtidone Wine Fest è stato abbinato alla fiera del buslàn, il dolce tipico del territorio, protagonista anche di un simpatico contest fotografico che ha visto la partecipazione di tanti selfie votati durante la giornata e la vittoria delle giovani Marta e Maria Vittoria.

Sempre in tema di contest, premiazione anche per Laura Rossi che con la sua fotografia di un panorama delle colline della Val Tidone, ha ottenuto il maggior numero di like della settimana sui social del Valtidone Wine Fest. E, infine, premi con prodotti tipici del territorio anche per i vincitori dei primi sei mesi del contest “Un Anno in Alta Val Tidone”, promosso dal Comune per l’intero anno e che proseguirà ancora fino a dicembre.

Nel corso dell’inaugurazione della rassegna, l’amministrazione comunale ha inoltre consegnato una targa agli illustri ospiti della giornata: Luciano Gallizia per aver coniugato tradizione e innovazione e alla fattoria di Travalle di Dianora e Malvina Malvicini Fontana, per aver promosso le radici identitarie di Alta Val Tidone.

A completare il programma, la mostra fotografica di Giulio Re “L’anima della vite” (sala polivalente comunale in Piazza Combattenti), il laboratorio “I colori del vino”, con l’artista Maurizia Gentili, il mercatino dei prodotti del territorio e il forno che ha sfornato batarò per tutto il giorno.

Se i vini sono stati protagonisti, molta attenzione è andata alla novità di questa edizione: l’olio extravergine E.v.o. della Val Tidone, che vanta una tradizione centenaria riscoperta negli ultimi decenni grazie all’Associazione LaValtidone ed in particolare a Fausto Borghi. L’olio è stato al centro delle degustazioni del pomeriggio, a cura di Michele Mauro dell’Accademia della Cucina Piacentina, Giovanni Derba, A.I.S., Marco Francolini, Istituto Marcora, Luciano Gallizia, Presidente della Cooperativa Olivicola Arnasco, frantoio degli agricoltori della Val Tidone, Giancarlo Spezia e Dianora e Malvina Malvicini Fontana.

La domenica del Valtidone Wine Fest ha ospitato anche il terzo appuntamento con la rassegna Rock around the Book e la presentazione del libro “Vini e Vinili 33 giri di rosso”, originariamente previsti per il sabato sera, ma spostati a causa del maltempo. Con il curatore del festival Gianni Fuso Nerini ne ha parlato l’autore Maurizio Pratelli.

“E’ stata una giornata intensa – ha commentato il Sindaco Franco Albertini insieme all’Assessore al Turismo Simona Traversone – ricca di tante iniziative e penso che Nibbiano abbia saputo davvero regalare ai tanti ospiti che hanno partecipato grandissime emozioni e uno spaccato delle tante eccellenze della nostra terra”.

Il Valtidone Wine Fest ora si appresta a celebrare l’ultimo appuntamento dell’edizione 2021, domenica prossima, 26 settembre, a Pianello Val Tidone.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank