Avrebbe inviato video e messaggi hard ai suoi studenti, sospeso professore di religione

Sindaco Calestani

Video e messaggi hard agli studenti, sospeso professore di religione.

blank

E’ in fase di accertamento la vicenda che avrebbe coinvolto un docente di una scuola superiore di Piacenza. Da quanto emerge, al centro della bufera sarebbe un insegnante di Religione.

Nello specifico pare che l’uomo abbia inviato in più occasioni messaggi dal contenuto erotico ad alcuni dei suoi studenti, in alcuni casi anche minorenni.

Messaggi, whatsapp, si parlerebbe anche di immagini e video dal contenuto spinto. Come detto, i contorni della vicenda sono ancora tutti da definire.

Considerate le pesanti accuse, però, la dirigenza dell’istituto ha deciso di sospendere il professore, in attesa di fare chiarezza.

La nota della Diocesi

La diocesi di Piacenza-Bobbio esprime profondo rammarico per le vicende che vedono coinvolto un insegnante di religione. La diocesi, tramite il Servizio diocesano per l’insegnamento della religione cattolica, non appena ha ricevuto la segnalazione raccolta dal Centro di ascolto del nostro Servizio tutela minori e quella trasmessa dalla scuola, ha immediatamente attivato, per quanto di competenza, la procedura prevista dalla delibera CEI n. 41 del 1990. Procedura che revoca l’idoneità all’insegnamento della religione cattolica nelle scuole.

Tale procedimento corrisponde al fermo convincimento che i comportamenti degli insegnanti di religione nei confronti dei propri alunni si debbano attenere ai più rigorosi principi deontologici di correttezza educativa. Tutto questo è avvenuto in piena sinergia con l’istituzione scolastica, in vista della tutela delle persone coinvolte.

La diocesi, auspicando e incoraggiando che si faccia piena luce sulla vicenda, esprime fiducia nell’operato degli organi competenti e assicura profonda vicinanza a chi è stato coinvolto come pure a tutta la comunità scolastica. Si coglie altresì l’occasione per ricordare il serio impegno della Chiesa piacentino-bobbiese per promuovere al suo interno ambienti ecclesiali sicuri mediante percorsi di prevenzione agli abusi e di formazione, promossi dal Servizio diocesano tutela minori attivo in diocesi dal novembre 2019.

Radio Sound

Radio Sound, il Ritmo che Piace, il Ritmo di Piacenza

blank blank App Galley blank