Allarme bocconi killer a Borgonovo, intervengono i carabinieri antiveleno di Lecco per la maxi bonifica

Piacenza 24 WhatsApp

Dopo la segnalazione del ritrovamento di bocconi con topicida e la morte nei giorni scorsi di un cane che ha ingerito una di queste esche avvelenate, mercoledì 13 marzo a Borgonovo Val Tidone (Piacenza) è subito entrato in azione l’unità antiveleno dei Carabinieri Forestale di Lecco.

L’allarme era arrivato anche dal primo cittadino del paese della Val Tidone. Il sindaco Monica Patelli, infatti, ha invitato tutti i proprietari di animali che sono soliti portare i loro amici a quattro zampe a sgambettare per i viali del paese a prestare attenzione.

L’intervento di bonifica ha riguardato viale Fermi, viale Marconi, il parco giochi cittadino di piazza Garibaldi e il giardinetto dinanzi alle scuole. Sui luoghi si è recata una pattuglia del Nucleo Carabinieri Forestale di Pianello Val Tidone e la polizia locale. Insieme a loro l’unità cinofila appositamente addestrata di stanza a Lecco.

Il personale specializzato ha condotto “Senna” una giovane ed intelligente femmina di pastore tedesco grigione. Si tratta di un cane specificatamente addestrato per rinvenire esche avvelenate ed anche carcasse di animali. Tutta l’area per poco più di due ore è stata bonificata con una approfondita ricognizione senza rinvenire esche velenifere o bocconi killer.

Casa di Cura

In caso di ritrovamento di un presunto boccone avvelenato o sospetto decesso di animale per tale causa, si devono contattare nell’immediato i Nuclei Carabinieri Forestale. I militari provvederanno ad eseguire gli accertamenti del caso ed attivare le dovute procedure.

Radio Sound
blank blank